Capcom ha affermato che il mercato dei survival horror è troppo piccolo per Resident Evil.

Il producer di Resident Evil, Masachika Kawata, ha detto ai microfoni di Gamasutra che questo è il motivo per cui la serie si è spostata su un sentiero più votato all'azione, su cui è destinata a rimanere .

"In particolare nel mercato americano, credo che la serie abbia bisogno di continuare in quella direzione", ha detto Kawata. "[I capitoli principali di Resident Evil] devono essere un'estensione dei cambiamenti fatti con Resident Evil 4 e Resident Evil 5".

"Questa è esattamente una delle ragioni per cui Revelations è stato realizzato con la sua struttura particolare".

Secondo Kawata le vendite dei survival horror non possono competere con quelle di grandi successi del mercato come Call of Duty.

"Osservando i dati di vendita [dei survival horror], si nota che il mercato è piccolo, se paragonato ai numeri registrati da Call of Duty e dai giochi d'azione", ha continuato. "Un Resident Evil survival horror non sarà mai in grado di ottenere simili risultati".

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.