"Nessuno vuole realizzare brutti giochi"

Parola degli sviluppatori di Neverdead.

Jason Kingsley, CEO di Rebellion, è ben consapevole dell'opinione poco lusinghiera che il pubblico si sta facendo del suo studio.

"Nessuno vuole realizzare giochi brutti, ma si cerca sempre di creare il miglior gioco possibile considerate le circostanze", ha dichiarato Kingsley a Gamerzines.

Kingsley ha ammesso che le critiche sono fondate, ma ha anche aggiunto che Rebellion non ha sempre avuto la libertà di raggiungere i propri standard.

"Non si punta mai a realizzare un brutto gioco, ma a volte non si ha il tempo di fare ciò che si vorrebbe. Altre volte il gioco esce prima di quanto ci si aspettasse e non c'è molto da fare per uno sviluppatore a contratto. Questo è il modo in cui va il lavoro".

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza