Miyamoto e Angry Birds

Il leggendario designer ama lanciare i pennuti arrabbiati.

Shigeru Miyamoto ha più volte dimostrato di non avere peli sulla lingua e di saper apprezzare le idee altrui, soprattutto quelle semplici e in grado di ampliare il mercato videoludico.

Miya non poteva quindi non rimanere affascinato da Angry Birds: "è un'idea veramente semplice e divertente, che mi ha subito rapito. Avrei voluto svilupparlo io e mi fa un po' rabbia, vorrei sempre essere io quello che ha le più convincenti e sorprendenti idee per i videogiochi!"

"Ci vuole solo un po' di tempo a prendere confidenza con i controlli, ma una volta fatto, si riesce ad essere veramente precisi." ed ecco la frecciatina, derivante dal non avere ancora il titolo Rovio su console Nintendo: "se il gioco fosse stato creato per Nintendo DS, i suoi controlli sarebbero ancora migliori, ma che ci si può fare?"

Un genio a 360°.

Vai ai commenti (1)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Luca Forte

Luca Forte

Redattore

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue più belle.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza