Emergono i primi dettagli su The Elder Scrolls Online

Zenimax Online lavora sull'HeroEngine, ma non solo...

Alcuni dettagli dell'anteprima mondiale di The Elder Scrolls Online, inclusa nel prossimo numero di Game Informer, sono puntualmente apparsi sulla rete nella giornata di oggi.

Ecco le informazioni principali:

  • La grafica ricorda quella di Kingdoms of Amalur: Reckoning
  • Il gameplay Ŕ quello di The Elder Scrolls con i limiti imposti dal lag e dal bilanciamento tipico degli MMO (ci saranno i combattimenti in tempo reale, le classi, i livelli, le hot bar e la visuale in terza persona)
  • Si tratta di un genere diverso e di uno sviluppatore diverso: TES Online Ŕ in sviluppo presso Zenimax Online, un team da 250 componenti. Bethesda sta collaborando al lore e alla geografia, ma non prende decisioni in merito al design.
  • Il team Ŕ gestito da Matt Firor, che ha guidato lo sviluppo di Dark Age of Camelot, e lavorerÓ sull'HeroEngine (lo stesso motore di Star Wars: The Old Republic).
  • I giocatori possono unirsi a una delle tre fazioni disponibili, ciascuna con tre razze giocabili. Ci sono gli Ebonheart Pact del nord est (Nord, Elfi oscuri, Argoniani), gli Aldmeri Dominion del sud (Elfi Alti, Elfi della foresta, Khajiit) e i Daggerfall Covenant (Bretoni, Redguard, Orchi).
  • Queste fazioni si incontreranno nella provincia centrale di Cyrodill, una terra di mezzo per il PvP, dove ci saranno scontri per 100vs100. L'obiettivo finale Ŕ conquistare Imperial City e incoronare il re della propria fazione (un processo automatico determinato dal giocatore che raggiunge la vetta della classifica).
  • Ci saranno comunque arene dedicate esclusivamente al PvP.
  • Gran parte del mondo di Tamriel sarÓ aperto all'esplorazione (Skyrim, Morrowind, Summerset Isle e Elsewyr sono state menzionate), ma regioni come Skyrim non saranno complete come nel quinto episodio della serie principale.
  • I dungeon saranno istanziati e non, e consentiranno l'esplorazione pubblica insieme ad altri gruppi.
  • La stamina sarÓ al centro dei combattimenti: regolerÓ la difesa, lo sprint e la capacitÓ di cancellare gli effetti provenienti dalle magie dei rivali.
  • I gruppi saranno costituiti da cinque giocatori e le classi potranno combinare le proprie abilitÓ.
  • Le hot bar saranno piuttosto ridotte: i primi due slot sono per le abilitÓ per le armi, assegnati automaticamente. Il resto degli slot pu˛ essere usato a proprio piacimento.
  • Ci sarÓ il crafting ma non sono stati forniti dettagli in merito. Idem per le mount e per i viaggi rapidi (non dalla mappa), mentre non ci saranno draghi, pet e matrimoni.
  • Il gioco sarÓ completamente doppiato in inglese, francese e tedesco.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Project Witchstone Ŕ l'RPG indie che promette di rivoluzionare il genere

Sulle orme di Dungeons & Dragons il prossimo anno su PC, Xbox One e PlayStation 4.

Dragon Age 4 non sarÓ lanciato prima di metÓ 2022

L'attesa per il nuovo capitolo si fa lunga.

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza