LEGO Batman 2: DC Super Heroes - preview

Piccoli mattoncini crescono…

Il 2012 è veramente l'anno di Batman o almeno lo è per Warner Bros, che dopo il successo di Arkham City si appresta a supportare di nuovo il Cavaliere Oscuro nel capitolo conclusivo della trilogia cinematografica a lui dedicata. Sono i pezzi forti della collezione, ma non gli unici.

Per ingannare l'attesa, ma oggettivamente con la speranza di rappresentare qualcosa in più di un semplice riempitivo, arriva quindi questo LEGO Batman 2: DC Super Heroes. Ok, si tratta a tutti gli effetti di un titolo con un target 8/12 anni, ma dopo averlo visto in anteprima possiamo assicurare che il gioco può riservare qualche sorpresa anche ai più scettici.

1
Il Dinamico Duo questa volta potrà contare sull'aiuto di un Super Amico.

Stante che i giochi LEGO riescono quasi sempre a proporre qualcosa di buono in termini di giocabilità e varietà, questo nuovo LEGO Batman 2: DC Super Heroes rappresenta in un certo senso un passo avanti e un tentativo di ammiccamento ai giocatori un po' più grandicelli, senza comunque snaturare le proprie caratteristiche.

Si tratta pur sempre di un gioco dove il livello di difficoltà resta abbordabile e la dipartita degli eroi non è prevista nemmeno quando la barra della salute scende a zero. Questo inficia in gran parte il senso di sfida, ma ci sono altre caratteristiche a mantenere alto il livello di attenzione.

È Matt Allison, associate producer di TT Games, a spiegarci che la prima novità riguarda la presenza di vere parole. Per la prima volta, infatti, un gioco con gli eroi LEGO smette la tradizione dei suoni e dei rumori per affidarsi a una storia comunque umoristica e rilassata, raccontata però in modo più consono con dei dialoghi.

La decisione non è stata presa a cuor leggero ma è dipesa in larga misura dai feedback ricevuti e dalla volontà di poter spiegare con maggiore precisione gli eventi della trama. Certo, non si può parlare di un plot profondo e complesso, ma è in ogni caso qualcosa di più stimolante rispetto all'approccio precedente.

2
Una vista laser può fare comodo, soprattutto per risolvere enigmi.

Come si traduce questa decisione in termini pratici? Il filmato introduttivo è certamente ben fatto e se non fosse per la presenza degli omini LEGO, che comunque fanno del loro meglio con le poche espressioni a loro disposizione, potrebbe facilmente passare per qualcosa di più serioso.

L'effetto non è affatto sgradevole e pur leggero nel suo approccio non manca di un certo pathos. Buone le intenzioni del doppiaggio, in lingua originale e sottotitolato, e molto piacevole anche la grafica, colorata al punto giusto e in bilico tra il realismo degli ambienti e i mattoncini che compongono i personaggi e l'arredo.

"Batman non sarà solo ma verrà accompagnato da praticamente tutti i principali protagonisti dell'universo DC."

La seconda sorpresa viene annunciata già nel sottotitolo. Quel DC Superheroes, infatti, lascia intendere che il nostro uomo pipistrello non sarà solo nell'avventura, ma verrà accompagnato da una pletora di personaggi, praticamente tutti i principali dell'universo DC.

Già dalle prime battute vengono introdotti diversi nemici storici come il Pinguino, l'Enigmista e naturalmente Joker, ma anche Lex Luthor. Da qui la possibilità di avere al proprio fianco Superman e di affrontare la lotta insieme a lui e ai suoi poteri, una cooperazione che interesserà anche il multiplayer, ma solo in locale.

Proprio nella cooperazione tra due personaggi, marchio di fabbrica della serie, TT Games ha evidentemente riversato la maggior parte degli sforzi. L'utilizzo dei poteri è in effetti molto divertente, oltre che necessario a procedere nel gioco sfruttando le abilità degli eroi al nostro comando.

Superman può facilmente attivare la supervista per vedere meccanismi nascosti attraverso le pareti, ma anche usare la sua immensa forza per attivare oggetti, distruggerli con la vista laser, congelare i nemici o scaraventarli a grande distanza.

3
Poteva mancare Joker in un gioco dedicato a Batman? No. Non poteva.

Batman, per contro, può contare su tutti i suoi gadget, comprese un buon numero di tute speciali. Ne abbiamo viste in azione diverse, da quella equipaggiata con le bombe a quella elettrificata fino ad arrivare a una speciale tuta dotata di sensori di invisibilità, utile per superare alcuni livelli.

"È impossibile negare lo sforzo creativo di TT Games nel creare enigmi mai banali"

C'è una grande abbondanza di poteri e le animazioni dei personaggi sono decisamente più varie rispetto al passato della serie. Tutto questo si rivela utile nei combattimenti, che sono molti, ma soprattutto nel puzzle solving, che caratterizza grandemente il titolo.

Non c'è niente di veramente difficile, ma è impossibile negare lo sforzo creativo di TT Games nel creare enigmi bene inseriti nel contesto e mai banali. Ce ne sono molti da risolvere, così come gli ambienti sono tanti e diversi, tutti pieni zeppi di mattoncini da raccogliere.

Abbiamo potuto vedere una piccola parte dei livelli disponibili: oltre a essere ben congegnati sono anche piuttosto lunghi, motivo per cui è stata introdotta la possibilità di salvare i progressi in punti stabiliti, onde evitare di ricominciare tutto da capo.

4
Anche i LEGO hanno un'anima! Per loro niente più storie basate solo su rumori e suoni, ma veri dialoghi.

Il gioco conta in tutto quindici stage, all'interno dei quali si muovono più di una ventina di veicoli, Batmobile compresa, e qualcosa come una sessantina di personaggi. La varietà infatti non è certo uno dei problemi di LEGO Batman 2: DC Super Heroes.

Com'è facilmente prevedibile, non tutti i contenuti sono disponibili fin da subito: si comincia con poco e si procede fino a sbloccare il resto accumulando mattoncini e non solo. I collezionabili sono un altro classico della serie, ma questa volta gli autori si sono spinti un po' più in là.

Una volta completato il gioco, infatti, l'intera Gotham City diventa liberamente esplorabile. Volando con Superman sulla metropoli, il buon Matt Allison ci ha mostrato l'apprezzabile estensione della città, tra le cui strade si possono trovare sfide, minigiochi e altri collezionabili.

Parlare di free roaming è forse un'esagerazione, ma anche in questo caso i ragazzi di TT Games meritano un plauso per avere cercato con ogni mezzo di dare respiro al loro gioco introducendo modalità varie e tonnellate di contenuti sbloccabili.

"Una volta completato il gioco l'intera Gotham City diventa liberamente esplorabile"

In attesa di una prova sul campo e di una prossima recensione, ci sentiamo quindi di poter dire che il nuovo Batman in versione mattoncini piacerà al target per cui è stato creato, ma ha le carte in regola per strappare qualche ora anche a tutti gli altri.

LEGO Batman 2: DC Superheroes è previsto in uscita il 22 giugno per Xbox360, PS3, Wii, NDS, 3DS, PS Vita e PC..

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Mike Ortolani

Mike Ortolani

Redattore

Dopo un passato di musicista, incontra il buon Silvestri che lo coinvolge con Eurogamer. Mike ne è entusiasta, ma nel suo animo è ancora abbastanza sicuro di essere un musicista.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Il nuovo Batman sarà un reboot? Arrivano nuove conferme per il prossimo gioco del cavaliere oscuro

L'insider Sabi avrebbe ricevuto delle informazioni da alcune fonti interne al progetto.

'Control è solo l'inizio'. Control 2 è già nei piani di Remedy?

Lo sviluppatore accenna alla possibilità di altri progetti ambientati nel mondo del suo apprezzato titolo.

Kingdom Hearts III - Re: Mind - recensione

Un nuovo punto di vista sulla saga del Dark Seeker.

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza