Sleeping Dogs - prova

La seconda possibilità di United Front.

C'è sempre la possibilità che qualcuno o qualcosa faccia sì che il sogno di tutta un'esistenza vada in frantumi, e non è così automatico che la vita conceda una seconda chance. Il team di United Front si è fatto davvero un bel giro sulle montagne russe con il suo Sleeping Dogs, un gioco venuto alla luce, dato per morto e ora miracolosamente rinato.

Chi è interessato alla storia del passaggio di consegne tra Activision e Square Enix a proposito di Sleeping Dogs, può leggersi il pezzo firmato dall'ottimo Alberto Destro, il quale ha riassunto i fatti in modo esaustivo nella sua anteprima. Il presente parla di un titolo a pochi mesi dal day one, che abbiamo potuto provare presso gli uffici di Koch Media.

Del gioco si sa che è un open world, che non può non essere paragonato a GTA e che l'ambientazione è Hong Kong. Tutto vero, ma il ritratto è ora un po' più completo e il modo migliore per descriverlo, a nostro avviso, è partire dall'ambientazione.

Hong Kong in formato videogioco funziona. È un palcoscenico credibile per una storia di poliziotti sotto copertura, traffico di stupefacenti, organizzazioni criminali e rapine. Vista dall'alto, sulla mappa, non è dissimile da Liberty City nemmeno nelle dimensioni, più che generose, ma al livello della strada le cose cambiano.

La zona nord, quella data per liberamente visitabile nel corso della nostra prova, rendeva benissimo l'impressione dell'alveare di stampo orientale, una periferia stretta e sudicia dove le vie più larghe sembrano avere la funzione di prese d'aria.

L'effetto si amplifica durante i non radi scrosci di pioggia, quando l'acqua si impasta con le luci al neon e l'umidità calda sembra quasi trapelare dallo schermo per incollare i vestiti. L'odore dei noodles e dei ravioli al vapore è ovunque.

"Hong Kong è un palcoscenico credibile per poliziotti sotto copertura, traffico di stupefacenti, organizzazioni criminali"

Li preparano gli ambulanti e mangiandoli si recupera energia. L'escamotage è già noto, ma a differenza degli hot-dog, gli snack orientali non ingrassano, o almeno non sembrano avere effetto sul fisico asciutto e nervoso di Wei Shen, l'eroe del gioco.

1
Un esempio di come è possibile infierire sugli avversari. Uno dei tanti.
2
Poliziotti sotto copertura, omicidi, mafia orientale... puro hard boiled.

Ci si sposta a piedi, in auto, in moto... anche in motorino, noi ne abbiamo trovato uno velocissimo sottraendolo a un paio di operai che, a giudicare dalle urla, ci hanno maledetto per generazioni. La sensazione di guida sembra più permissiva rispetto a quella dell'illustre concorrente. Auto e moto sembrano un po' rigide nei movimenti, ma nel complesso fanno quel che devono fare.

Una difficoltà inaspettata arriva dalla guida a sinistra, che porta non solo a tentare di salire sui veicoli sempre dalla portiera sbagliata, ma favorisce in modo massiccio la quantità di incidenti frontali e cofani sfondati, almeno fino a quando non ci si prende un po' la mano.

Imparare a fare i conti con tutto questo è una necessità, prima di tutto perché parte delle missioni, primarie e secondarie, è basata come prevedibile sugli inseguimenti. In secondo luogo perché, come ci si può facilmente aspettare, la polizia locale non gradisce la guida contromano e il bowling stradale giocato con auto e pedoni al posto di palla e birilli.

A facilitare un po' le cose c'è un sistema di indicatori quasi da realtà aumentata, frecce colorate che indicano a schermo la svolta più conveniente da prendere, sollevando dal compito di tenere costantemente d'occhio la minimappa in basso a sinistra durante la guida. Abbastanza pratico.

Una volta compresa la cornice e il nostro modo di viaggiarci dentro, ecco che abbiamo potuto cominciare a muoverci in relativa scioltezza e assaporare l'antipasto di questa versione preliminare, che comprendeva un paio di missioni primarie e una secondaria.

L'inizio di una missione all'interno del proprio appartamento, la discesa di una rampa di scale verso il proprio veicolo... inutile negarlo: l'ombra lunga di GTA si staglia su Sleeping Dogs al punto da confondere le idee, questo almeno a prima vista.

"Inutile negarlo, l'ombra lunga di GTA si staglia su Sleeping Dogs"

Il garage sotto casa, infatti, ospita il parco vetture. Ci sono diversi garage sparsi per tutta Hong Kong e a patto di non domandarsi come sia possibile che auto e moto di nostra proprietà si spostino magicamente dall'uno all'altro, resta la comodità di potere accedere ai mezzi preferiti un po' ovunque.

La prima missione ci permette di fare la conoscenza con quello che è forse l'aspetto più divertente del gioco, cioè i combattimenti. In questo caso il pestaggio è giustificato da una sorta di bisca clandestina a cielo aperto, che mette in scena una serie di scontri che vanno dall'uno contro uno al molti contro uno. Arrivare vivi alla fine significa guadagnare denaro e punti da spendere in abilità.

Delle abilità parleremo tra breve, esaminiamo prima i combattimenti. I ragazzi di United Front sembrano avere fatto tesoro dello stile mostrato da un certo Cavaliere Oscuro, l'idea sembra proprio quella di abbinare un sano button mashing a un sistema di combo e di reazioni. Queste ultime si attivano premendo il pulsante al momento giusto, ovvero quando l'avversario prossimo a colpire si illumina leggermente.

3
Le arti marziali sono al centro dei combattimenti. Nel gioco si sbloccano di continuo nuove mosse.
4
Abituandosi alla guida a sinistra gli inseguimenti diventano più gestibili.

"I combattimenti possono trasformarsi in qualcosa di molto creativo"

I combattimenti possono trasformarsi in qualcosa di molto creativo, a patto di trovarsi nel luogo giusto. L'ambiente offre quasi sempre una o due possibilità di accanirsi sugli avversari per trarne maggiore soddisfazione: cosa succede se ti sbatto contro i fili scoperti di questo pannello elettrico? E se ti fracasso il cranio contro questo cornicione, invece? Metti al contrario che ti dia una spinta contro quella balaustra che affaccia sul vuoto... ops!

L'elenco pare essere sufficientemente lungo da evitare il presentarsi con troppa insistenza dell'effetto "già visto" e, almeno per ciò che abbiamo potuto sperimentare, queste vere e proprie "fatality" risultano parecchio gratificanti.

Gli elementi con i quali è possibile realizzare queste mosse sono sempre evidenti e di solito basta usare il tasto "presa" per afferrare l'avversario e farlo "interagire" con ventilatori, piastre roventi, sportelli, sporgenze e tutto ciò che di crudele si può immaginare.

Completare una missione, trovare oggetti collezionabili o portare a termine un incarico, come abbiamo anticipato, vale una ricompensa in punti da spendere. Ci sono cinque sezioni all'interno delle quali aggiungere a Wei Shen un po' di pepe, ognuna con il proprio ramo delle abilità: Poliziotto, Triade, Corpo a corpo, Reputazione, Salute.

"Ci sono cinque sezioni all'interno delle quali aggiungere a Wei Shen un po' di pepe"

Si tratta generalmente di sbloccare mosse o abilità particolari. Per esempio, investendo sulla Reputazione si potrà accedere all'intimidazione degli avversari in combattimento o aumentare l'effetto rigenerante del cibo. La sezione Poliziotto permette, tra le altre cose, di migliorare nell'uso delle armi e di utilizzare anche quelle in dotazione alle forze dell'ordine.

Il Corpo a corpo contiene la maggior parte delle combo, mentre il comparto Salute richiede di trovare gli altari sparsi nella città per dare a Wei Shen una maggiore robustezza e, quindi, una più alta possibilità di sopravvivenza.

C'è molto altro in Sleeping Dogs, ci sono i vestiti da comprare, le scommesse sui galli da combattimento, molti minigiochi, una storia promettente, una bella atmosfera e un'ambientazione un po' diversa dal solito. I controlli sono intuitivi, la grafica sembra un po' sottotono, ma non a livelli allarmanti e la varietà di situazioni la fa passare in secondo piano.

Pur evitando giudizi prematuri, e sebbene ci sia ancora del lavoro da fare per limare le imperfezioni, possiamo dire che Sleeping Dogs compensa la non eccessiva originalità con una montagna di contenuti. Lo sforzo per divertire è percepibile, le idee ci sono e Wei Shen non manca di carisma.

Un potenziale problema potrebbe essere la sovrapposizione con il nuovo GTA, dal momento che il titolo Rockstar rischia di oscurare qualunque altro open world in circolazione. L'uscita di Sleeping Dogs è però prevista per il prossimo agosto, quindi tra non molto, e questo consentirà ai ragazzi di United Front di giocarsi al meglio la loro seconda chance.

Sleeping Dogs arriverà in Italia il 31 agosto per Xbox 360 e PS3.

Vai ai commenti (6)

Riguardo l'autore

Mike Ortolani

Mike Ortolani

Redattore

Dopo un passato di musicista, incontra il buon Silvestri che lo coinvolge con Eurogamer. Mike ne è entusiasta, ma nel suo animo è ancora abbastanza sicuro di essere un musicista.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloWorld of Horror - prova

Lovecraft e Junji Ito si incontrano in un'opera che sprizza unicità.

ArticoloQuando Sony ha cancellato un promettente LittleBigPlanet per PC fan-made - articolo

Vi raccontiamo la storia di LittleBigPlanet Restitched, progetto fan-made per PC che Sony ha fatto cancellare.

Days of war - recensione

La Seconda Guerra Mondiale, come l'abbiamo già vista.

Articoli correlati...

Commenti (6)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza