Dishonored - preview

Non tutti gli assassini saltano nella paglia.

È già disponibile la guida completa di Dishonored di Eurogamer.it, che verrà costantemente aggiornata con trucchi, strategie, il walkthrough completo scritto e in video del gioco.

Tra i titoli di punta presentati a questo E3 da Bethesda, Dishonored è senza dubbio il titolo che più facilmente potrebbe rubare la scena a The Elder Scrolls: Online, e i motivi sono facilmente comprensibili.

Un progetto la cui gestazione da parte degli Arkane Studios dura da anni, un'ambientazione londinese originale e ricca di influenze steampunk (e si sa che lo steampunk si vende sempre bene), partorita dalla geniale mente di Viktor Antonov, l'uomo che ci ha dato City 17, e sopratutto la possibilità di mettere finalmente le mani su una IP che non è un seguito o un remake, portano alle stelle le aspettative intorno a questo titolo, nella speranza che vengano rispettate.

Benvenuti dunque a Dunwall, immaginaria città dalle influenze vittoriane, sospesa metà tra la rivoluzione industriale e un film di fantascienza anni '20, che fa da scenario alle gesta di Corvo, un uomo con doti particolari, dotato di armi particolari e vittima di eventi particolari.

1
Più ti avvicini a diventare professionista, più riesci ad avvicinarti al bersaglio...

Il nostro eroe è infatti l'uomo più ricercato di Dunwall, non per le sue doti ma in quanto ingiustamente accusato dell'omicidio dell'Imperatrice Jessamine Kaldwin.

D'altronde l'accusa non arriva senza motivo, Corvo è un assassino dai poteri sovrannaturali, esperto nell'uso di ogni tipo di arma e nel violare la sicurezza di qualunque edificio con estrema facilità, e il capro espiatorio ideale.

Il nostro eroe tuttavia, non si limiterà a scagionare il proprio nome in un'aulta di tribunale, il suo piano di difesa è decisamente più "attivo" , e prevede l'utilizzo di tutte le sue abilità speciali, e un numero di cadaveri decisamente cospicuo. D'altronde in palio non c'è solo la sua reputazione di assassino, ma il destino di Dunwall stessa.

"Corvo è un assassino dai poteri sovrannaturali"

Il gioco, pur non essendo un free roaming, lascia molta liberta d'azione al giocatore, che potrà scegliere tra un approccio cauto e uno più diretto, come spesso accade nei titoli stealth.

L'abilità più interessante di Corvo è senza dubbio la possibilità di assumere per qualche secondo le sembianze di un altro essere vivente. Abilità che gli permetterà di scivolare indisturbato oltre un posto di guardia, raccogliere informazioni utili e captare i dialoghi giusti per sapere dove si trovano i suoi bersagli, come ci è stato mostrato nella missione che abbiamo potuto vedere.

2
Dov'è che ho già visto dei camminatori di questo tipo?

E con "ogni essere vivente" intendiamo proprio ogni tipo, anche i ratti che girano indisturbati per i bassifondi della città e che saranno una risorsa fondamentale per entrare nelle stanze più sorvegliate con un basso profilo, utilizzando passaggi che un essere umano non potrebbe mai utilizzare, per ovvi motivi.

Questa abilità può essere utilizzata in maniera ancora più fine, ad esempio nel modo in cui lo sviluppatore che mostrava il gioco si è sbarazzato del suo obiettivo, possedendolo e inscenando un incidente. Secondo gli sviluppatori sarebbe perfino possibile evitare ogni tipo di uccisione diretta e persuadere i nostri bersagli a fare tutto da soli.

Un'altra abilità di Corvo, chiamata Visione Oscura, gli permetterà di capire il cono visivo delle guardie, per passare agilmente tra di loro. Questo nonostante il gioco non abbandoni la prima persona, che nei giochi stealth può rappresentare un problema per le movenze più acrobatiche.

Fortunatamente sono state previste delle movenze automatiche, tipo Mirror's Edge, che renderanno semplice arrampicarsi velocemente lungo una parete, il saltare un muretto o teletrasportarsi per brevi tratti.

"E che gioco stealth sarebbe senza un accurato sistema di gestione e propagazione del suono?"

E che gioco stealth sarebbe senza un accurato sistema di gestione e propagazione del suono? Arkane non solo vi obbligherà a fare attenzione alle superfici che calpestate, ma anche a origliare attraverso i muri per ricevere informazioni preziose e chiudere accuratamente le porte, per non allertare le guardie con rumori sospetti.

E quindi ecco che vediamo Corvo origliare dietro un muro per conoscere la posizione del suo obiettivo e come sabotarlo. Eliminare la guardia che lo sorveglia tirandogli una freccia mentre è di spalle, occultarne il cadavere e continuare indisturbato verso l'ennesima somministrazione di violente dosi di giustizia verso i suoi oppositori.

In totale potremo scegliere un numero di abilità che varia tra dieci e quindici, che andranno collocate nella più classica ruota di abilità. Ce n'è per tutti i gusti, spinte telecinetiche, possibilità di bloccare il tempo, trappole, abilità con l'arma bianca, uccisioni a lungo raggio, contrattacchi letali.

3
Un corridoio buio, un coltello e un bersaglio di spalle, cos'altro volere di più?

In Dishonored vi potrà capitare di concentrarvi per un headshot il momento prima e dover inscenare un vero e proprio duello all'arma bianca il secondo dopo, con tanto di parate, fendenti e affondi letali.

"Le abilità andranno anche personalizzate in base all'approccio scelto"

Le abilità andranno anche personalizzate in base all'approccio scelto, stealth o diretto, e da questo punto di vista gli Arkane stanno cercando di bilanciare adeguatamente entrambe le possibilità, così che non ci sia una scelta penalizzante e una scelta "giusta".

Probabilmente la maggior parte di noi inizierà in maniera furtiva e per poi iniziare a spaccare tuttouna volta scattato il primo allarme generale, ma l'idea è quella di lasciare al giocatore la scelta totale, senza che sia influenzato da eventuali condizioni sfavorevoli, come un allarme che richiama un numero eccessivo di guardie.

Questo genera senza dubbio una certa curiosità verso la via che non si è deciso di percorrere, che potrebbe generare un certo "fattore rigiocabilità".

Graficamente parlando, Dishonored è uno dei molti giochi a basarsi sull'Unreal Engine 3, anche se ovviamente l'engine è stato pesantemente modificato, che permette di creare una scenografica che si muove in maniera soddisfacente, e senza visibili cali di qualità.

4
Non tutte le voste uccisioni saranno un'opera d'arte, spesso dovrete solo colpire più duro degli altri

Anche se più che la qualità grafica nuda e cruda, a rimanere impressa è senza dubbio la direzione artistica di Dishonored, con le sue atmosfere oscure, i modelli 3D volutamente grotteschi e deformati, l'affascinante presenza del nostro alter ego mascherato, capace di violenze efferate e gesti da acrobata, e un'architettura degli edifici dalle bellissime atmosfere, sospese tra il cyberpunk e il vittoriano.

Dishonored dunque ha confermato le impressioni ricevute durante l'anteprima di qualche mese fa, mostrando nuovamente una realizzazione artistica superiore alla media, accompagnata da un gameplay che si preannuncia qualcosa di più del classico fps con una spruzzata di gdr.

"Un titolo che ha tutta l'aria della proverbiale ventata di freschezza"

Per ripulire la vostra fedina dovrete fare affidamento tanto sulle vostre doti di tiratore quanto sul desiderio di dimostrarsi ladri e assassini provetti, alternando l'investigazione e il sotterfugio con un po' di sana violenza, amministrando i vostri poteri con cautela.

Non ci rimane altro che contare i giorni che ci separano dall'uscita del gioco, che dovrebbe avvenire il 12 di Ottobre. Non sono poi così tanti, ma sempre troppi per un titolo che ha tutta l'aria della proverbiale ventata di freschezza in un mondo di sequel e prequel.

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Lorenzo Fantoni

Lorenzo Fantoni

Redattore

Dentro un rugbista di 110kg dedito agli stravizi, batte il cuore di nerd vecchio stampo con lo sguardo perennemente abbronzato da uno schermo, anche d'estate.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza