Schaefer di Runic: Diablo III nato come MMO

Il producer dei primi due episodi svela un retroscena.

Il boss di Runic, Max Schaefer, ha svelato che Diablo III è nato come MMO.

Intervistato da Games.on.net, il producer dei primi due episodi della serie ha poi spiegato di essere stato felice per certe scelte di Blizzard, come la creazione della casa d'aste e il DRM always-on, che hanno aiutato nel rendere Torchlight II e Diablo due prodotti sostanzialmente diversi.

"Avevamo già scelto di andare in una direzione opposta", è stato il commento di Schaefer. "Per cui, quando hanno annunciato queste cose, sapevamo che era buono per noi perché potevamo marcare ulteriormente la differenza tra i due giochi".

Il leader dello studio di Seattle ha inoltre confermato che le prevendite di Torchlight II si sono alzate del 40% su Steam il giorno dell'uscita di Diablo III e sono rimaste stabili da allora.

Vai ai commenti (5)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza