Si dimette il CEO di Vivendi Jean-Bernard Levy

Ancora in discussione il futuro di Activision Blizzard.

Jean-Bernard Levy si è dimesso da CEO di Vivendi SA dopo sette anni di leadership.

Il ruolo di Levy era stato messo in discussione a causa delle recenti scarse prestazioni del titolo in borsa. Proprio quest'ultima ha risposto con un beffardo +7.5 alla notizia delle dimissioni.

Vivendi ha considerato ultimamente una serie di opzioni per uscire dalla sua crisi finanziaria, tra cui la rumoreggiata vendita di Activision Blizzard o la divisione della compagnia in due gruppi: uno dedicato ai media (Universal Music Group, Activision Blizzard, Canal +) e un altro per le telecomunicazioni (SFR, GVT, Maroc Telecomm).

Stando a fonti interne, Levy era un forte sostenitore del mantenimento dell'attuale struttura di Vivendi e la sua dipartita spingerebbe Activision Blizzard direttamente nelle mani di nuovi, possibili acquirenti.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza