Diablo III: la Germania minaccia Blizzard

Per la connessione obbligatoria a Internet.

Nei giorni scorsi Diablo III è stato sulla bocca di tutti, ma non per le migliori ragioni. Oltre ad avere a che fare con i vari exploit scoperti dai giocatori, Blizzard è stata minacciata dalla Federation of Consumer Organisations tedesca.

Il gruppo che si occupa di tutelare i diritti dei consumatori ha avvertito Blizzard che se entro il 27 luglio non mostrerà l'intenzione di modificare le confezioni del gioco, per mettere maggiormente in evidenza il fatto che Diablo III richieda una connessione costante a Internet, ricorrerà in tribunale per risolvere il problema.

Non è solo la Germania, comunque, ad avercela con Blizzard. Un gruppo di tutela dei consumatori della Corea del Sud ha approvato una multa di 5.000 euro alla compagnia di Diablo per non aver rimborsato gli utenti in seguito ai problemi del lancio (come quello dell'Errore 37).

Vai ai commenti (18)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloI collectathon sono morti?

Un pezzo di storia dei videogiochi sta scomparendo... o forse no?

ArticoloSea of Thieves - Reloaded

Tre anni di saccheggi in mare e non sentirli.

ArticoloNarita Boy - prova

Una gemma nascosta in un mare di pixel.

Articoli correlati...

Commenti (18)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza