David Cage parla di Beyond: Two Souls

Vi bastano 2000 pagine di copione?  

I titoli che David Cage ha sviluppato con la sua Quantic Dream , Omikron, Fahrenheit e Heavy Rain, offrono un esperienza molto cinematografica, per alcuni perfino troppo, tanto che spesso vengono criticati proprio per il loro basarsi troppo sulle convezioni cinematografiche, tanto da essere più film che giochi, ma Cage non sembra essere della stessa idea.

"Non sono un regista frustrato" ha voluto precisare Cage durante una sessione di domande e risposte che si è svolta alla Gamescom. "Non è assolutamente cià che sono. Adoro questo medium, sono genuinamente appassionato a questo settore che cresce ogni giorno, e voglio semplicemente farne parte".

"Allo stesso modo, non sono il tipo da scene d'intermezzo di 30 minuti. Se avete giocato Heavy Rain, ci sono pochi filmati e pochi momenti in cui non si ha il controllo. Vogiio raccontare storie attraverso l'interattività, per vedere come l'utente si fa attore in queste esperienze".

Quest'affermazione è venuta fuori mentre Cage stava mostrando la sua nuova creatura, Beyond: Two Souls, un titolo che sfrutta talenti hollywoodiani come Ellen Page, facendoli recitare con una innovativa tecnica di motion capture che registra contemporaneamente movimenti, parlato ed espressioni facciali.

Un cast ed effetti speciali degni di Hollywood suggeriscono un costo all'altezza, ma secondo Cage questo procedimento ha un prezzo ragionevole, anzi "la cosa stupefacente è che è incredibilmente a buon mercato".

"Abbiamo girato per 12 mesi, che è veramente un periodo molto lungo. A volte iniziavamo a girare una scena, e la finivamo solo dopo un mese. Quindi bisognava essere molto efficienti. Il nostro calendario di produzione prevede circa tre anni, che è ragionevole, e per quanto riguarda i costi, pur non essendo pubblici, non sono niente di pazzesco. Cerchiamo semplicemente di essere molto intelligenti e molto efficienti".

"È un titolo tripla A con un costo tripla A, non molto più caro di Heavy Rain, ma qualitativamente molto superiore".

Questo anche perché, secondo il boss di Quantic Dream, Ellen Page non ha chiesto la stessa cifra che normalmente richiederebbe per un film di Hollywood, pur avendo lavorato per un equivalente di tempo sufficiente a girare quattro film.

"I nostri attori hanno dovuto imparare tutte le loro linee di dialogo e memorizzarle. Solo per Elle Page ci sono centinaia di pagine, quasi tre o quattro volte un normale copione di un film, e numero di pagine totali arriva tranquillamente a 2000".

Ellen è una di quelle persone che hanno capito ciò che possiamo fare con questo medium. Ho avuto una carriera molo fortunata, peché in Omikron ho lavorato con David Bowie, e il feeling che si è creato è lo stesso".

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Lorenzo Fantoni

Lorenzo Fantoni

Redattore

Dentro un rugbista di 110kg dedito agli stravizi, batte il cuore di nerd vecchio stampo con lo sguardo perennemente abbronzato da uno schermo, anche d'estate.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza