Far Cry 3 - prova

Colonia era una giungla e noi siamo sopravvissuti!

Colonia - Grazie a una missione di infiltrazione che non ha nulla da invidiare a quelle del gioco, abbiamo potuto provare l'attesissimo Far Cry 3, ultimo esponente dello shooter open world di Ubisoft (inizialmente Ubisoft aveva messo a disposizione solo quattro posti per tutta l'Italia, tra satampa generalista e specializzata, ndSS).

A differenza della gran parte degli altri giochi presenti in Germania, però, non vi sono state lunghe spiegazioni ad introdurci le tante novità preparate dagli sviluppatori: siamo stati invitati a prendere il pad e a gettarci nel bel mezzo dell'azione, senza troppi preamboli.

Il marchio Far Cry ormai da molti anni è sinonimo di spazi aperti, azione e libertà. Questo terzo episodio non fa eccezione, tanto che, nonostante avessimo a disposizione solo una piccola percentuale della mappa, erano già decine le cose che potevamo fare.

1
La versione PC sarà quella in grado di mettere in risalto l'eccezionale complessità dell'isola di FarCry 3.
2
La libertà è uno dei cardini del gioco. Potrete andare dove vorrete, potrete giocare come vorrete.

Nonostante la grande scelta, la prima cosa che solitamente dovrete fare appena raggiunta una nuova area sarà raggiungere la più vicina torre delle comunicazioni che, similmente a quanto accade in Assassin's Creed, vi consentirà di visualizzare la mappa dei dintorni, oltre che di raccogliere qualche informazione aggiuntiva sulle cose che ci sono da fare.

Dato che verrete gettati nel bel mezzo di un conflitto nel quale ribelli e lealisti stanno combattendo per il controllo dell'isola, un altro importante tassello del mosaico progettato da Ubisoft sarà quello di conquistare i tanti punti di controllo sparsi per la mappa, in modo che i vostri alleati ne possano acquisire il possesso. Questo vi consentirà di sbloccare nuovi negozi, nuove missioni e soprattutto nuove stazioni presso le quali viaggiare velocemente da un lato all'altro della mappa.

La maggior parte delle volte la vostra azione sarà imperniata intorno al concetto di "one man army", il che vuol dire che dovrete infiltrarvi in completa solitudine tra le linee nemiche, massacrando tutto ciò che vi si parerà davanti. Se farlo alla Rambo, ovvero gettandovi nel mezzo dell'azione armati fino ai denti, o cercando un approccio più circospetto, eliminando prima le sentinelle per poi penetrare silenziosamente nel cuore della base, sarà solo una vostra decisione. Come dicevamo, la libertà è una componente fondamentale in Far Cry 3, per questo gli sviluppatori non vi costringeranno quasi mai a tenere un atteggiamento piuttosto che un altro.

"Dovrete infiltrarvi in completa solitudine tra le linee nemiche, massacrando tutto ciò che vi si parerà davanti"

Solo in un'occasione, quando abbiamo accettato l'incarico di assassinare un ufficiale nemico, nel nostro contratto era stabilito come ucciderlo. Questa costrizione, però, si applica solamente all'uccisione del bersaglio, lasciandovi completamente liberi di 'relazionarvi' con le sue guardie del corpo.

Ovviamente scivolare alle spalle della nostra vittima per eliminarla con un solo colpo darà soddisfazione, ma non dubitiamo che un paio di volte proverete a piombare in mezzo alla base a bordo di un quad impazzito (come abbiamo fatto noi durante la presentazione), solo per farvi quattro risate osservando il caos e la confusione che siete riusciti a creare.

Per spostarvi potrete decidere di utilizzare uno dei tanti mezzi di trasporto presenti, che andranno dai pick-up ai quad, passando per le teleferiche, utili per abbandonare velocemente le varie torre di comunicazione, e persino per i deltaplani. Il modello di guida pensato dagli sviluppatori sarà ovviamente estremamente arcade, in modo da rendere il più semplici possibile queste sessioni e consentirvi di guidare senza grossi problemi tra alberi, rocce e abitazioni. Sempre che non preferiate affidarvi ai vostri piedi o al sistema di trasporto veloce, che vi consentirà di teletrasportarvi da un punto all'altro della mappa.

Un territorio ostile come quello di Far Cry 3 non poteva non ospitare una selezione dei più feroci animali del mondo. Tigri, rinoceronti e orsi saranno incontri piuttosto comuni. Fortunatamente, la quantità di piombo che avrete sempre addosso vi renderanno un bersaglio piuttosto difficile da impressionare, ma potrete sempre provare a utilizzare le bestie per sorprendere i vostri nemici. In una base, per esempio, tenevano sotto custodia un rinoceronte piuttosto irrequieto. Con un unico colpo al lucchetto della gabbia siamo riusciti a liberarlo, consentendogli di prendersi una sonora rivincita sui suoi aguzzini.

3
Il vostro ruolo porterà ulteriore scompiglio nella guerra civile che si combatte sull'isola.
4
Spesso abbandonerete un approccio ragionato, solo per il gusto di scatenare un po' di caos e veder saltare in aria un po' di cose.

"Un territorio ostile come quello di Far Cry 3 non poteva non ospitare una selezione dei più feroci animali del mondo"

Ogni tanto, invece, potrete approfittare degli attacchi che i ribelli lanceranno alle basi lealiste. Questi eventi, apparentemente casuali, da un lato vi semplificheranno alcune missioni, dall'altro vi daranno l'impressione di essere all'interno di un ecosistema vivo e sempre in movimento, nel quale le cose si evolveranno anche senza il vostro intervento. Un altro elemento che aiuta l'immedesimazione è la presenza di missioni slegate al conflitto in atto: in una, per esempio, vi verrà richiesto di andare a caccia di due orsi che hanno recentemente terrorizzato un villaggio.

Non avendo a disposizione un'arma adatta (mica vorrete andare a caccia grossa con un UZI, vero?), dovrete procurarvi il materiale per costruire un fucile sufficientemente potente e preciso per abbattere anche gli animali più coriacei. Da una veloce occhiata, le sezioni di crafting e customizzazione delle armi sembrano piuttosto approfondite e sarà possibile dunque creare l'arma più adatta ai propri scopi. Il silenziatore è imprescindibile per quelli che cercano un approccio più circospetto, mentre i proiettili esplosivi saranno uno degli upgrade più gettonati dai guerrafondai.

La versione testata durante la Gamescom 2012 è stata quella console, più precisamente quella Xbox 360. L'hardware Microsoft riesce a gestire gli ampi spazi del gioco e i tanti dettagli in maniera piuttosto agile, senza evidenti cali di frame-rate. Nonostante ciò, da questa prima occhiata, sembra che Far Cry 3 sia stato pensato per brillare soprattutto per i Personal Computer.

Le attuali console cominciano infatti a faticare per aggiornare con trenta frame al secondo la ricchezza della giungla, i tanti personaggi e l'ampia linea dell'orizzonte portati a schermo dal motore grafico Ubisoft, e per questo motivo gli sviluppatori hanno dovuto rinunciare a un po' della pulizia generale, evidente soprattutto in alcuni episodi di pop-up e texture in bassa definizione.

"Le attuali console cominciano a faticare per aggiornare con trenta frame al secondo la ricchezza della giungla"

Gli sforzi compiuti consentono comunque di avere un ottimo compromesso tra prestazioni e resa estetica, rendendo il gioco sempre piacevole sia da vedere sia da giocare. Questo senza considerare che gli ultimi mesi di sviluppo, solitamente, sono spesi per ottimizzare e rifinire le prestazioni, un fattore che ci fa sperare in un ulteriore miglioramento.

Alla Gamescom 2012 abbiamo potuto constatare che Far Cry 3 promette di mantenere inalterata la sua formula di gioco, grazie ad un'enorme isola da esplorare e centinaia di cose da fare. La libertà concessa dagli sviluppatori si riflette anche sul gameplay, grazie alla quale approcciare le missioni sia in maniera stealth, sia in maniera fracassona, provando a sfruttare i tanti elementi inseriti nell'isola a proprio favore.

Adesso che abbiamo scoperto i tanti ingredienti utilizzati da Ubisoft, ci resta da verificare come questi siano stati amalgamati tra di loro. Rimanete con noi per scoprirlo!

Vai ai commenti (6)

Riguardo l'autore

Luca Forte

Luca Forte

Redattore

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue più belle.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (6)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza