Sony consiglia agli sviluppatori di non realizzare porting per PS Vita

Per non ripetere gli errori fatti su PSP.

Sony ha invitato gli sviluppatori a non ripetere con la PS Vita gli errori già commessi in passato con la PSP.

In particolare la compagnia si riferiva all'atteggiamento che spinge alcune case a prediligere semplici porting di titoli usciti sulle piattaforme casalinghe a prodotti completamente nuovi pensati per sfruttare tutto il potenziale della console portatile.

La dichiarazione è stata fatta attraverso Gamasutra per voce di John Koller, vice-presidente Marketing per la PS Vita, prendendo come esempio Uncharted: Golden Abyss.

John Koller ha dichiarato: "Uno dei problemi della PSP era la presenza di troppe conversioni. Non è facile definire ciò che ha reso unica la PSP. C'erano molti contenuti già disponibili su PlayStation 2 e poi passati in versione portatile".

Vai ai commenti (18)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

Valorant - recensione

Il nuovo leader degli sparatutto competitivi... forse.

PS5 e il sistema di raffreddamento del devkit: come funziona?

Let's Go Digital analizza dettagliatamente questa parte importante della console next-gen.

The Outer Worlds (Switch) - recensione

Il Fallout spaziale arriva anche sull'ibrida di Nintendo.

Articoli correlati...

Commenti (18)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza