New Super Mario Bros. U - prova

Il baffuto idraulico ritorna in 2D.

Con la serie New Super Mario Bros., Nintendo ha voluto riportare in auge un filone di giochi che, con il passare degli anni, era andato a perdersi. Quando nel 2006 uscì la versione per Nintendo DS, lo scopo era quello di riportare in vita i gloriosi platform bidimensionali, asciugandoli e rendendoli più fruibili al grande pubblico. Un'operazione più che riuscita, tanto che le stesse meccaniche vennero riproposte su Wii, introducendo la cooperativa per quattro giocatori e più recentemente su 3DS, nel quale si ha un accenno di competitività al di fuori della storia.

Già dal filmato di apertura di New Super Mario Bros. U si nota una certa voglia da parte di Nintendo di cancellare un po' la monotonia che si è generata negli anni. In questa versione per Wii U, infatti, saranno Mario e compagni ad essere portati via dal castello, che verrà occupato da Bowser. Un espediente narrativo che consente di reintrodurre con più convinzione l'idea del viaggio, dell'esplorazione e dell'avventura tra i mondi.

Lo stile con cui è stata tracciata l'intera mappa di gioco pesca a piene mani da due glorie del passato: da un lato c'è Super Mario World, che riporta il concetto di un grande mondo unico, dall'altra è molto più preponderante l'incombenza di Super Mario Bros. 3, in quanto avremo mondi tematici, bivi, eventi dinamici e una world map che torna sui suoi passi, ampliando così le possibilità e gli avvenimenti. Senza dimenticare che saremo chiamati a compiere scelte che potrebbero addirittura portarci a saltare un intero mondo.

1
Nella sfida 1-Up dovremo riuscire a colpire più nemici possibile per aumentare il contatore. Se nei primi stage sembra facile, man mano la situazione si fa ardua.

Le similitudini col terzo capitolo della saga sono veramente tante, partendo dal ritorno dei Bowserotti nei castelli di metà e fine mondo, sino alla presenza dell'inventario. Quel che è sempre mancato alla serie New è stata però un profondità che i capitoli antesignani avevano anticipato a loro tempo, e in questo Mario sembra essere tornata la voglia di dare del filo da torcere a chi vuole rivivere i bei giorni andati tra NES e SNESs.

Gli spunti interessanti di New Super Mario Bros. U riguardano anche il Miiverse, in quanto scorrendo la mappa di gioco potremo leggere i messaggi lasciati dagli altri utenti che hanno giocato prima di noi. Anche durante le partite, nel caso morissimo svariate volte nello stesso punto, la console ci proporrà di lasciare un messaggio, magari in rima oppure un disegno.

"Gli spunti interessanti di New Super Mario Bros. U riguardano anche il Miiverse"

A corredo di una modalità storia della quale non possiamo ancora sviscerarvi i minimi particolari (ma vi assicuriamo che sarà corposa ed avvincente), ci sono delle inedite modalità extra. Quest'ultime rivestono il ruolo di vera e propria novità per il franchise, che finalmente si apre verso la competitività, senza che il giocatore debba inventarsi particolari regole nei livelli standard.

Queste possono essere giocate con i propri Mii e sono divise in tre macro categorie. La prima modalità comprenderà le Sfide, suddivise in diverse tipologie: si va dalle speed-run, alla raccolta di più monete possibili, alla conquista del maggior numero di 1-Up senza toccare terra, sino ad altre più particolari dove ogni volta cambieranno l'obbiettivo e le regole, come ad esempio uccidere il minor numero di nemici possibile. In più ci sono delle sfide che devono essere necessariamente affrontate con un amico che piazzi i blocchi attraverso il GamePad, in quanto i livelli proposti non possono essere completati autonomamente.

2
La nuova tuta alare consente di planare lentamente oppure di fare un rapido scatto verso l'alto anche in aria. Per farlo si scuote il controller.

Nella modalità Sfide vengono riportati sia livelli disegnati ad hoc, sia quelli presenti nella storia, proposti in progressione di difficoltà. Alla fine di ogni tentativo viene riconosciuta al giocatore una medaglia in base al punteggio conseguito e al tempo impiegato. Non è possibile vedere direttamente i risultati dei nostri amici, ma potremo sempre lanciare la sfida premendo il tasto Home e postando lo screen del nostro risultato sul Miiverse.

"Guardando il gioco in movimento, l'annosa diatriba sul fatto che sia o meno in Full HD scompare immediatamente"

La seconda modalità si chiama Partita Turbo e ci vedrà impegnati a rivivere livelli della storia in blocchi di due o tre, senza interruzione. Quel che cambia è però lo scrolling costante dello schermo, che per di più aumenta di velocità in base alle monete che raccoglieremo. Lo scopo, inutile dirlo, è arrivare alla bandiera nel minor tempo possibile, accumulando il maggior numero di monete. È una modalità che richiede parecchia familiarità con le meccaniche di gioco, perché ogni minimo errore si paga. Nel caso si muoia apparirà la classica bolla, anche se stiamo giocando in single player, e potremo farla esplodere da soli. Il calcolo del punteggio finale terrà conto anche di quante vite abbiamo sprecato.

La terza e ultima modalità è la Caccia alle Monete e, come il titolo suggerisce, vedrà scontrarsi almeno due giocatori a chi riesce a raccogliere più monete entro la fine del livello. A differenziare questa modalità rispetto a quelle simili già viste in altre iterazioni, è la possibilità del GamePad di piazzare a piacimento 300 monete e le tre monete stella. Così facendo si possono mettere alla prova i propri amici o creare percorsi che gratifichino le nostre abilità; starà a noi scegliere come sfruttare l'editor.

Guardando il gioco in movimento, l'annosa diatriba sul fatto che sia o meno in Full HD scompare immediatamente. L'antialiasing è sparato al massimo, tanto da far sembrare quasi gommosi i personaggi e gli sfondi; i colori sono estremamente sgargianti e vividi, aiutati da un comparto di luci dinamiche che, a colpo d'occhio, impressiona.

"New Super Mario Bros. U sarà molto probabilmente il gioco più domandato assieme al Wii U"

Nonostante questo siamo pur sempre di fronte a un Super Mario della serie New, quindi lo stile grafico è pesantemente derivato dai capitoli precedenti. Un po' più di varietà in più non avrebbe guastato e forse Nintendo ha voluto andare sul sicuro lasciando a momenti più tranquilli un ripensamento della saga. Anche le novità, come la tuta alare e i tre baby Yoshi, sono interessanti ma in linea con quanto già visto.

New Super Mario Bros. U sarà molto probabilmente il gioco più domandato assieme al Wii U. Per quel che abbiamo potuto vedere è sicuramente uno dei più interessanti tra i titoli di lancio della nuova console della grande N. Mentre gli statunitensi stanno già mettendo le loro mani su questo gioco, noi europei dovremo aspettare il 30 di Novembre, data in cui dovremo arrivare allenati per sostenere al meglio le sfide che ci attendono.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Paolo Gimondi

Paolo Gimondi

Redattore

Dopo le esperienze in tenera età con Commodore 64 e NES, amplia il suo sguardo verso altri orizzonti e altri esseri umani. Decide di voler far parte dell’editoria videoludica iniziando una scalata che lo porta in breve tempo, e con tanto entusiasmo, a Eurogamer.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloWorld of Horror - prova

Lovecraft e Junji Ito si incontrano in un'opera che sprizza unicità.

ArticoloQuando Sony ha cancellato un promettente LittleBigPlanet per PC fan-made - articolo

Vi raccontiamo la storia di LittleBigPlanet Restitched, progetto fan-made per PC che Sony ha fatto cancellare.

Days of war - recensione

La Seconda Guerra Mondiale, come l'abbiamo già vista.

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza