Kojima Productions non voleva l'aiuto di Platinum Games su Metal Gear Solid: Revengeance

Ma i progressi sullo sviluppo l'ha convinta ad accettare.

Kojima Productions non è sempre stata convinta di voler accettare l'aiuto di Platinum Games per completare lo sviluppo di Metal Gear Rising: Revengeance.

Sebbene la decisione venisse dal guru Hideo Kojima, all'interno dello studio in molti, tra cui il veterano Yuji Korekado, non volevano lasciare a metà il lavoro intrapreso da (troppo) tempo.

"Quando Kojima Productions ha deciso di inviare il gioco a Platinum, è iniziato decisamente un periodo nero", ha spiegato Korekado in un'intervista concessa a OXM. "Ci eravamo molto impegnati per lo sviluppo".

"Quando Platinum ha visitato lo studio per avere un aggiornamento sul gioco, mi è stato chiesto di presentare lo stato dei lavori. Ho provato un'emozione complessa: volevo continuare a sviluppare il gioco internamente, ma Kojima voleva farlo andare avanti. E' stato frustrante ma ho dovuto proseguire anch'io su questa strada".

"Per mia fortuna", ha aggiunto il developer, "sono riuscito a partecipare allo sviluppo anche dopo il passaggio a Platinum. Quando ho capito che il gioco avrebbe così visto la luce, ho messo da parte la delusione e ho cominciato a lavorare. Visto il primo trailer, mi sono reso conto che Kojima Productions non sarebbe riuscito a fare qualcosa del genere e mi sono sentito sollevato".

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Dying Light 2 ha il doppiaggio in dieci lingue, ma non in italiano

Techland conferma ufficialmente: il doppiaggio italiano non è contemplato.

Elden Ring ha una grave falla nella sicurezza del matchmaking, rischio di hacking nel multiplayer

Le invasioni in Elden Ring funzionano in più di un senso: gli hacker sono in agguato.

Cyberpunk 2077: va via anche il capo del Controllo Qualità, Lukasz Babiel

Anche Babiel lascia CDPR dopo aver lavorato a Cyberpunk 2077 e The Witcher per anni.

Dark Souls Nightfall, l'enorme mod sequel fan-made, tra dettagli e una demo già giocabile

Dark Souls Nightfall ha già una demo: tutti i dettagli sul sequel fan-made.

Articoli correlati...

Star Citizen lontano anni? Squadron 42 rischia di uscire nel 2024 se non oltre

Squadron 42 di Star Citizen si farà attendere ancora un po'.

Recensione | God of War - Kratos finalmente su PC!

Kratos arriva anche su PC…ed è nuovamente un capolavoro.

Articolo | Il futuro e i problemi dei videogiochi open-world - editoriale

L'importanza della narrativa cozza con le regole del mondo aperto. Qual è la soluzione?

Ghost of Tsushima ha venduto più di 8 milioni di copie

I dati di vendita aggiornati di Ghost of Tsushima.

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza