Dal prossimo anno Capcom parlerà 15 lingue

Grandi piani per la localizzazione nei mercati emergenti.

L'espansione del mercato globale dei videogiochi ha convinto Capcom a investire per aggredire nuove zone potenzialmente redditizie.

In un'intervista all'interno della compagnia il Director and Executive Corporate Office, Katsuhiko Ichii, ha sottolineato gli sforzi di Capcom nel campo della localizzazione. Dal prossimo anno i giochi della casa di Osaka potrebbero essere tradotti in ben 13/15 lingue differenti.

“Abbiamo assistito a una grande espansione del mercato in paesi emergenti come la Russia, l'Europa dell'Est, il Sudafrica, l'India e il Medio Oriente", ha commentato Ichii. "Per irrompere con successo in tali regioni, tuttavia, la localizzazione dei nostri titoli è fondamentale. Finora abbiamo sempre e solo considerato il doppiaggio inglese per i nostri personaggi, ma dall'anno prossimo puntiamo al doppiaggio in 5/7 lingue e all'adattamento dei testi in 13/15 idiomi".

Gli ultimi episodi di Resident Evil erano completi di doppiaggio in italiano, segno evidente di come Capcom stia già iniziando a mettere in pratica la nuova strategia.

Vai ai commenti (5)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza