THQ dichiara il fallimento

All'asta tutti i suoi beni.

THQ ha annunciato di aver avviato volontariamente le pratiche per il fallimento.

Quattro studi e i rispettivi giochi verranno momentaneamente assegnati al gruppo di investimenti di Clearlake, prima di trovare un acquirente disposto a sobbarcarsi ogni spesa.

Il publisher è stato fondato nel 1989 negli Stati Uniti ed è entrato in una profonda crisi nel 2012. Solo a novembre, anche a causa delle scarse vendite di Darksiders II, le perdite sono state di $21 milioni.

THQ ha comunque garantito che i suoi studi continueranno ad essere aperti e produttivi finché non avranno portato a termine il proprio lavoro, per cui titoli come South Park: The Stick of Truth, Metro: Last Light e Company of Heroes 2 non dovrebbero essere a rischio.

Vai ai commenti (11)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloOri and the Will of the Wisps è un metroidvania tripla A - anteprima

Un grande passo avanti (a firma Xbox) per Moon Studio.

The Grudge - recensione

La maledizione è come un virus.

ArticoloSaletta: “I videogiochi oggi tolgono pubblico a TV e cinema” - intervista

Il presidente di IIDEA (ex-AESVI): “La competizione è sul tempo libero e quindi lo è anche sul giro d'affari”.

EA ha bannato uno YouTuber da tutti i suoi giochi e servizi online

Si tratta del pro player di FIFA Kurt 'Kurt0411' Fenech.

Articoli correlati...

Commenti (11)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza