Call of Duty ha traviato il genere degli FPS?

Huw Beynon invoca giochi differenti.

Parlando di Metro: Last Light, Huw Beynon di THQ si è lasciato andare a una digressione sul genere degli FPS puntando il dito contro Call of Duty, serie rea di aver marchiato in maniera negativa il genere.

"Gli sparatutto in prima persona di stampo militare erano solo una minoranza. Half-Life, System Shock e Golden Eye non includevano materiale di stampo militare ma invitavano il giocatore in un mondo fantastico, che per quanto mi riguarda è lo scopo dei videogiochi".

Secondo Beynon, i giocatori sarebbero ormai saturi di impersonare soldati e affamati di esperienze diverse come quella offerta dalla serie di Metro. Beynon ha poi elogiato Dishonored, definendolo come uno dei migliori esperimenti videloudici dell'ultimo periodo: "Mi è piaciuto molto, probabilmente più di qualsiasi altro titolo uscito nell'ultimo anno. Sono felice che stia ricevendo il successo di critica e pubblico che merita".

Vai ai commenti (25)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Emiliano Baglioni

Emiliano Baglioni

Redattore

Emiliano si affaccia al mondo dei videogiochi all’epoca del Vic 20. Vive la sua storia di giocatore pensando che prima o poi crescerà e mollerà il joypad, ma non abbandona mai la sua passione, che riesce in qualche modo misterioso a conciliare con tutto il resto.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (25)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza