Crytek non è interessata a Darksiders

Lo studio di Austin si limita ad assorbire alcuni membri di Vigil Games.

A Cevat Yerli, CEO di Crytek, è bastato un singolo incontro con Vigil Games per decidere l'apertura del nuovo studio di Austin in cui impiegare i talenti dello studio di sviluppo precedentemente in forza a THQ.

"Ho visto le potenzialità del team", ha dichiarato Yerli. "Da un punto di vista corporativo, un team adatto e con una direzione molto capace".

Nonostante Yerli sia rimasto a suo dire impressionato anche da Darksiders, la serie non verrà però acquistata da Crytek. Inoltre il progetto segreto di Vigil denominato Crawler non è stato menzionato in alcun modo e il suo futuro resta ugualmente incerto.

"Non abbiamo messo il team al lavoro su un progetto specifico", ha spiegato Yerli. "Al momento conoscono la strategia di Crytek ma stanno lavorando su ciò che i dirigenti e il team stesso reputano il progetto migliore, e le due cose non sono correlate".

Vai ai commenti (12)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Emiliano Baglioni

Emiliano Baglioni

Redattore

Emiliano si affaccia al mondo dei videogiochi all’epoca del Vic 20. Vive la sua storia di giocatore pensando che prima o poi crescerà e mollerà il joypad, ma non abbandona mai la sua passione, che riesce in qualche modo misterioso a conciliare con tutto il resto.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (12)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza