Naughty Dog conferma il rinvio di The Last of Us

L'appuntamento slitta ufficialmente a giugno.

Naughty Dog ha confermato ciò che il cambio della data di disponibilità del gioco in alcuni store aveva fatto temere: l'uscita di The Last of Us è stata spostata dal 7 maggio al 14 giugno.

"Come team siamo orgogliosi dell'altissimo livello qualitativo del gioco in ogni suo aspetto: gameplay, storia, qualità artistica, design, tecnologia e altro ancora", si legge in una dichiarazione di Naughty Dog. "Vogliamo essere sicuri che The Last of Us alzi ulteriormente gli standard, per noi e per i nostri fan".

"Nella fase finale dello sviluppo ci siamo resi conto di quanto fosse enorme il viaggio di Joel ed Ellie. Ma invece di tagliare qualcosa o scendere a compromessi con la nostra visione del gioco, abbiamo deciso seppur con difficoltà di dare allo sviluppo del gioco qualche meritata settimana in più, per renderlo degno degli standard di Naughty Dog".

Vai ai commenti (9)

Riguardo l'autore

Emiliano Baglioni

Emiliano Baglioni

Redattore

Emiliano si affaccia al mondo dei videogiochi all’epoca del Vic 20. Vive la sua storia di giocatore pensando che prima o poi crescerà e mollerà il joypad, ma non abbandona mai la sua passione, che riesce in qualche modo misterioso a conciliare con tutto il resto.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloGamescom 2019: Marvel's Avengers - prova

In occasione della Gamescom abbiamo potuto provare il titolo per la prima volta.

ArticoloGamescom 2019: Blair Witch - prova

Il terrore torna vent'anni dopo.

ArticoloGamescom 2019: Project x Cloud - prova

Abbiamo testato il servizio di cloud gaming di Microsoft!

ArticoloGamescom 2019: Trials of Mana - prova

Certi eroi sembrano proprio non voler andare in pensione

Articoli correlati...

Visual Concepts al lavoro su un nuovo Midnight Club?

Spuntano in rete degli annunci di lavoro per un "open world basato su veicoli".

Monster Hunter World Iceborne: sarà presente anche lo Zinogre?

Due tracce registrate nel database del JASRAC sembrerebbero confermare il ritorno di uno dei mostri preferiti dai fan della serie.

Destiny 2: secondo Bungie, Activision non limitava la libertà del team di sviluppo

David "Deej" Dague parla della separazione amichevole tra le due compagnie.

Commenti (9)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza