Perché Gears of War piace anche alle donne?

Ce lo spiega l'art director di Epic Games.

Gears of War ha attratto nel corso degli anni un pubblico sessualmente eterogeneo.

Questo, secondo l'art director della serie Chris Perna, è dovuto alla mancanza di donne "attraenti, stereotipate, sexy" affianco ai vari Fenix, Santiago, Baird e Cole.

"Un sacco di giochi lo fanno già ed è una sorta di cliché ormai", ha spiegato Perna a OXM. "È quasi come se il gioco fosse l'idealizzazione della donna ideale di un geek".

L'aver evitato tali cliché "ci ha dato più credibilità", pur mantenendo tocchi di femminilità in Gears 3 con il personaggio di Anya, che "si è dimostrata molto femminile" e ha fatto sentire le donne "bene e potenti".

Ciò non vuol dire che il prossimo Gears of War avrà una protagonista femminile.

Un'idea "certamente interessante" ma "se date un'occhiata a ciò che vende, è difficile trovare dati tali da giustificare qualcosa del genere".

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza