Naughty Dog è tornata a parlare dell'attesissimo The Last of Us, stavolta mostrando un videodiario di sviluppo incentrato sui nemici.

Il direttore creativo del progetto, Neil Druckmann, ha spiegato nuovamente di aver tratto ispirazione da un documentario trasmesso dalla BBC in cui venivano spiegate le caratteristiche di un fungo parassita.

Phillip Kovats, direttore dell'audio, ha invece posto l'enfasi sull'importanza del rumore nelle meccaniche di gioco, in quanto i nemici noti come Infected capteranno la presenza dei personaggi controllati dal giocatore con un sistema di rilevamento simile al sonar.

Riguardo l'autore

Emiliano Baglioni

Emiliano Baglioni

Redattore

Emiliano si affaccia al mondo dei videogiochi all’epoca del Vic 20. Vive la sua storia di giocatore pensando che prima o poi crescerà e mollerà il joypad, ma non abbandona mai la sua passione, che riesce in qualche modo misterioso a conciliare con tutto il resto.

Altri articoli da Emiliano Baglioni