David Cage: "non faccio giochi per soldi"

Il CEO di Quantic Dream è diventato uno scrittore con Beyond.

Durante un'intervista concessa ai colleghi di VG247, David Cage ha spiegato ancora una volta di non fare giochi per soldi ma per passione, specificando i passaggi che l'hanno portato a considerarsi uno scrittore.

"Metto molto di me stesso nei giochi che facciamo", ha dichiarato Cage. "Non lavoro per un assunzione. Non faccio giochi per fare soldi. Faccio giochi per passione, perché voglio condividere qualcosa, perché ho qualcosa da dire".

"Sento di essere diventato davvero uno scrittore con Heavy Rain. Prima non sapevo cosa volevo dire, di cosa dovevo parlare. Raccontavo semplicemente delle storie, prendendo in prestito da altre cose che avevo visto in passato. Ho scoperto su Heavy Rain che potevo parlare di me stesso e che era più facile scrivere di cose che conosci, cose che hai provato in prima persona".

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza