Animal Crossing: New Leaf - prova

Bentornati a casa.

Per tutti quelli stanchi di sanguinose guerre, corse in macchina e zombie c'è un luogo ideale nel quale perdersi e riappacificarsi col proprio io interiore. Stiamo parlando ovviamente di Animal Crossing: New Leaf, l'ultimo capitolo della popolarissima serie Nintendo in arrivo il prossimo 14 giugno su Nintendo 3DS. Grazie a Nintendo Italia abbiamo avuto modo di giocare le prime ore di questa nuova avventura, così da cominciare a familiarizzare coi nostri vicini di casa e i tanti compiti che ci attenderanno nel nuovo ruolo di sindaco della città.

Per chi non lo sapesse la serie di EAD e Nintendo, nata nel lontano 2001 su Nintendo 64 ma approdata in Europa solo nel 2005 su GameCube, vi consentirà di vivere una vera e propria vita parallela fatta di regole e ritmi propri, coi quali imparare a convivere per poter assaporare la profondità e la delicatezza di tutto il gioco.

Animal Crossing: New Leaf è stato riempito infatti di eventi, situazioni, oggetti, animali e festività che si sveleranno pian piano, accompagnandovi gradualmente per tutto l'anno con un quantitativo davvero enorme di avvenimenti in grado di rendere ogni giorno speciale. Questo perché il gioco si sincronizzerà con l'orologio interno del vostro Nintendo 3DS per stabilire lo scorrere del tempo e regolare le attività cittadine.

1
Appena scenderemo dal treno verremo accolti dai nostri concittadini.

L'agenzia immobiliare di Tom Nook, per esempio, sarà operativa dalle 10 alle 19, mentre le sorelle Ago&Filo rimarranno aperte un'ora in più. Il cambio delle stagioni coinciderà con l'arrivo di nuove specie di insetti e pesci da catturare sia per racimolare qualche Stellina in più, la moneta locale di Animal Crossing: New Leaf, sia per arricchire la collezione del Museo della città, gestito dal logorroico Blatero. Accendere la console nel periodo natalizio (evidentemente non è questo il caso), il giorno del vostro compleanno o in quello della festa della mamma, vi consentirà di vivere queste feste insieme ai concittadini virtuali, opportunamente agghindati per l'occasione.

"Animal Crossing: New Leaf è stato riempito infatti di eventi, situazioni, oggetti, animali e festività"

Gli amanti della serie non faranno fatica a ritrovare tutti gli elementi più apprezzati come i surreali dialoghi, le divertenti descrizioni di ogni pesce pescato, la raccolta di arredi sempre nuovi e fantasiosi e il tranquillo svolgersi delle giornate, tra la caccia a qualche fossile e i lavoretti per tenere in ordine la propria città. Per tutti gli altri invece le prime ore di gioco saranno quelle chiave per capire se si è adatti al ritmo imposto del gioco, al sottile umorismo e all'ironia di ogni situazione, nonché all'assoluta mancanza di reali obiettivi da portare a termine, se non quelli di vivere e soddisfare i propri concittadini.

Animal Crossing: New Leaf si aprirà con una breve sequenza in treno nella quale dovrete decidere, attraverso un semplice dialogo, le prime caratteristiche del vostro alter ego e della cittadina nella quale andrete ad abitare. Qualunque sia la vostra scelta sul sesso, il nome della città e la sua conformazione morfologica, verrete accolti dai nuovi concittadini in qualità di nuovo sindaco.

2
Grazie alle funzionalità online potrete invitare i vostri amici a visitare il villaggio.

Sarà inutile cercare di negare e dire che non siete la persona che loro credono, verrete obbligati a scegliere dove posizionare la vostra abitazione e a conseguire il patentino per diventare sindaco. Già, perché l'essere primo cittadino in Animal Crossing: New Leaf porta, perlomeno inizialmente, più oneri che onori. Per poter cominciare a gestire la cittadina a vostro piacimento, costruendo nuovi ponti, pozzi o panchine per abbellire l'abitato, dovrete infatti rispondere a due requisiti: possedere una casa e avere il 100% di gradimento da parte della popolazione.

"La prima parte del gioco, per quanto tediosa, è piuttosto semplice"

La prima parte, per quanto tediosa, è piuttosto semplice: basterà raccogliere 10.000 stelline e consegnarle a quell'affarista di Tom Nook che nel giro di una notte trasformerà la vostra tenda in una casetta. Tra frutti, insetti, pesci e conchiglie, sarà piuttosto semplice e veloce raccogliere la cifra richiesta, peccato che dovrete comunque aspettare lo scoccare della mezzanotte per vedervi recapitata la nuova abitazione.

Un po' più complessa invece è la seconda parte: ai cittadini piace "vedere i funzionari pubblici sporcarsi le mani" ed ecco quindi che dovrete innaffiare i fiori, strappare le erbacce e, perché no, fare anche qualche regalo, attraverso l'efficiente sistema postale della cittadina.

3
Personalizzare l'abitazione è una delle attività che vi ruberà più tempo.

La necessità di diluire tutti i contenuti del gioco per mantenere alta la godibilità nel lungo periodo rende le prime ore di gioco piuttosto complesse, per alcuni forse addirittura noiose, dato che non disporrete ancora di tutti gli strumenti di lavoro necessari per abbellire la città e dunque conseguire l'agognata approvazione dei concittadini.

"La necessità di diluire tutti i contenuti rende le prime ore di gioco piuttosto complesse, per alcuni forse addirittura noiose"

Finora, per esempio, abbiamo potuto comprare solo la canna da pesca e la pala, cosa che ci ha impedito sia di prendere al volo un pacchetto regalo che fluttuava nei cieli, sia di annaffiare i fiori che sono appassiti sotto il caldo sole primaverile. L'apparente mancanza di cose da fare durante le prime giornate da una parte spiazza e potrebbe irritare i più attivi videogiocatori là fuori, dall'altra li abitua a venire a patti con il ritmo pacato e l'atmosfera rilassata che permea tutto New Leaf. Certo, è sempre possibile barare portando avanti l'orologio interno della console, ma in questo modo perdereste gran parte del fascino della produzione Nintendo.

Una volta superati i primi ostacoli vi saranno diverse nuove occupazioni grazie alle quali tenersi occupati, come ampliare la già ricca strada commerciale a nord della città, crearsi una magione sempre più ampia e sfarzosa o completare la vastissima collezione del museo, con un numero ancora maggiore di quadri, fossili, pesci e insetti da trovare e donare.

4
Animal Crossing sfrutta l'orologio interno della console per scandire il tempo.

Il vostro ruolo di sindaco vi consentirà inoltre di costruire nuovi edifici, per ridare dignità a Mr. Resetti, per esempio, o di emanare ordinanze con le quali incidere sul tran tran quotidiano. Ogni vostra decisione sarà messa al vaglio dei vostri cittadini che dovranno partecipare, anche economicamente nel caso di opere pubbliche, alle vostre decisioni. In questo modo, però, potrete finalmente costruire dei nuovi ponti in modo da accorciare incredibilmente la strada tra la parte bassa e quella alta del villaggio!

"Una volta superati i primi ostacoli vi saranno diverse nuove occupazioni grazie alle quali tenersi occupati"

Lo schermo inferiore del 3DS potrà essere utilizzato oltretutto per disegnare i propri motivi da applicare ai vestiti, agli ombrelli o alla bandiera della città. Per fortuna la vostra assistente personale (siete pur sempre il sindaco!) vi aiuterà sempre a tenere sotto controllo il livello di gradimento dei vostri concittadini oltre che il progresso globale nelle vostre attività.

E se la vostra città non vi bastasse più, sarà sempre possibile andare a visitare quelle degli altri giocatori. La stazione infatti non è semplicemente il luogo nel quale arriverete, ma sarà l'edificio attraverso il quale si accederà alle modalità multigiocatore. Queste, più tutte le chicche legate alle modalità StreetPass/SpotPass, verranno approfondite in sede di recensione.

Animal Crossing: New Leaf in un nuovo trailer.

L'aumento esponenziale di quasi tutte le caratteristiche del gioco è, a questa prima prova, la chiave di lettura di Animal Crossing: New Leaf. La formula è rimasta infatti invariata e gli sviluppatori si sono concentrati nell'affinare e migliorare ogni aspetto del gioco. Il protagonista, per esempio, ora avrà molti più abiti da indossare, sono disponibili più negozi e le possibilità per interagire con gli altri giocatori sono molteplici.

"Il comparto grafico è migliorato, ancora più rotondo e "caramelloso" che in passato"

Anche il comparto grafico è migliorato, ancora più rotondo e "caramelloso" che in passato, particolarmente piacevole anche in 3D. Anche l'interfaccia di gioco è stata rivista per sfruttare appieno il touch screen inferiore e provare a rendere più scorrevoli alcune fasi, come per esempio la compravendita di oggetti e le donazioni al museo.

Il fascino e il magnetismo di Animal Crossing tornano dunque immutati in New Leaf. Il 14 giugno vecchi e nuovi videogiocatori potranno perdersi in questo buffo universo fatto di animali antropomorfi, battute dalla deliziosa demenzialità e decine di attività con le quale passare altri anni in compagnia del proprio villaggio. Nell'attesa della recensione definitiva, che arriverà all'inizio del mese prossimo, noi continueremo a scandagliare il gioco alla ricerca di segreti e novità. Voi invece, cominciate a mettere da parte le Stelline!

Vai ai commenti (8)

Riguardo l'autore

Luca Forte

Luca Forte

Redattore

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue pių belle.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (8)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza