Jaffe: i combattimenti in God of War sono "superficiali"

Il creatore della serie si esprime con il senno di poi.

David Jaffe, il creatore di God of War, ha svelato alcuni retroscena sullo sviluppo del seminale action game per PlayStation 2, che ha dato inizio alla saga di successo firmata Sony Santa Monica.

"Per me, il combattimento, le sfide, l'esplorazione erano tutti pezzi dell'avventura e tutti si sarebbero uniti per spingere il giocatore a continuare. Il vero loop ludico di GOW è molto semplice", ha ammesso Jaffe.

"Se fosse stato uno di quei giochi senza troppi soldi, sarebbe stato un fallimento assoluto, perché se non fosse stato per le cose nuove dietro ogni angolo ci si sarebbe accorti che le meccaniche di base sono alquanto superficiali. Sono intenzionalmente superficiali, perché non volevamo sovraccaricare l'esperienza".

"Il nostro sistema di combattimento non è profondo, ma grazie a grandi animatori è fluido".

Vai ai commenti (23)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (23)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza