I ban migliorano la comunicazione tra utenti di Dota 2

Dura lex sed lex... vero, Valve?

1
Evidentemente questo non è bastato

Valve ha svelato i primi dati provenienti dai recenti ban legati alla comunicazione tra i giocatori di DOTA 2.

Il nuovo sistema, introdotto quattro settimane fa per ridurre la costante perdita di utenti più "casual", impedisce agli utenti particolarmente aggressivi di esprimersi in maniera scorretta nei confronti di chi vuole semplicemente divertirsi.

Grazie alle misure restrittive, c'è stato un -35% di segnalazioni per cattiva comunicazione e un -60% di ban reiterati dovuti al comportamento poco consono ai valori del gioco.

Per tutti i dettagli vi rimandiamo alla comunicazione ufficiale di Valve.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

L'Evo 2020 diventa un evento digitale a causa del Coronavirus

Cancellata la competizione che ora si svolgerà solo online.

ArticoloScoperti gli esport, si può tornare indietro? - editoriale

La pandemia non ha fermato l'industria videoludica. Soprattutto gli esport hanno rafforzato la loro posizione.

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza