Shigeru Miyamoto spiega la pochezza della line-up di Wii U

Un problema dovuto al passaggio all'era dell'alta definizione.

1

Shigeru Miyamoto ha spiegato che l'attuale pochezza della line-up di Wii U è dovuta alle difficoltà degli sviluppatori di Nintendo nell'adeguarsi alla tecnologia di nuova generazione.

"Ogni volta che si fa un grande salto tecnologico, certamente c'è bisogno di tempo affinché i team imparino e calibrino il loro ambiente di sviluppo per adattarsi a questi grandi cambiamenti", è stato il commento di Miyamoto affidato a GamesIndustry International.

Servirebbero forse team di maggiori dimensioni?

"Se parlassimo in termini di semplice matematica, si potrebbe dire che Nintendo dovrebbe moltiplicare per quattro il suo team di sviluppo e tutto sarebbe ok, ma sfortunatamente le cose non sono così facili".

Infatti, "il nostro focus è sempre rivolto nel fornire i contenuti di maggiore qualità possibile, e semplicemente aumentare le dimensioni della nostra squadra non permetterebbe di raggiungere il livello di qualità cui ambiamo".

Vai ai commenti (9)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

ArticoloGamescom 2019: Marvel's Avengers - prova

In occasione della Gamescom abbiamo potuto provare il titolo per la prima volta.

ArticoloGamescom 2019: Project x Cloud - prova

Abbiamo testato il servizio di cloud gaming di Microsoft!

Erica - recensione

Povera, piccola farfalla

ArticoloGamescom 2077: Cyberpunk 2077, così si costruisce Night City - intervista

Kendal Husband, level designer di CD Projekt, ci racconta come si creano i mondi di gioco.

Articoli correlati...

Commenti (9)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza