The Wonderful 101 - prova

Dopo un anno, č meno “wonderful” di quanto ce lo ricordavamo.

Durante la scorsa edizione dell'E3, The Wonderful 101 si era candidato a pieno merito come uno dei titoli più accattivanti della line-up iniziale di Wii U. Alcuni ritardi nello sviluppo da parte di Platinum e la drastica ri-calendarizzazione delle uscite di parecchie IP da parte della stessa Nintendo hanno rotto le proverbiali uova nel paniere per quest'eroico action game, spostandone la data di rilascio di un buon anno.

Disponibile dunque a partire dal prossimo settembre, la rivelazione del 2012 è finalmente pronta ai blocchi di partenza ma la lunga attesa ne ha sensibilmente ridimensionato le ambiziose aspirazioni iniziali, e viste le premesse dobbiamo ammettere che è davvero un peccato.

Le meccaniche base di The Wonderful 101 sono state progettate specificatamente per mostrare le funzionalità più innovative del GamePad del Wii U. Titoli come questi, che enfatizzano senza alcun compromesso la tecnologia della console di appartenenza, hanno solitamente grande impatto nel periodo di debutto di quest'ultima. Più passa il tempo (e, di conseguenza, più il parco giochi del sistema di gioco aumenta), minore è il numero di giocatori attratti da tali "vetrine tecnologiche".

1
Lo stile di The Wonderful 101 è accattivante e ispirato. Platinum Games, sotto questo punto di vista, è una garanzia.

Se da un lato possiamo affermare senza incertezze che The Wonderful 101 è tutto tranne che una semplice demo tecnica, dall'altro duole osservare come Nintendo non abbia fatto molto per farlo notare al proprio pubblico. E l'esempio più emblematico di questa amara riflessione coincide proprio con la nostra prova del titolo Nintendo nel corso di questo E3.

"Le meccaniche del gioco sono state progettate per mostrare le funzionalità più innovative del GamePad"

Ricordate la demo dello scorso anno, incentrata sulla possibilità di disegnare cerchi sul GamePad per rimpolpare il nostro esercito reclutando eroi e/o civili? Completato lo squadrone della morte, il giocatore poteva disegnare una linea, una L o qualsiasi altra forma ammessa per scatenare devastanti attacchi corali con un enorme pistola, un gigantesco cazzotto o persino una spada. Il tutto per ammazzare degli enormi alieni scorbutici desiderosi di invadere il nostro pianeta.

La demo 2013 non ha aggiunto praticamente nulla a questa esperienza. Per carità, è stata presentata una nuova eroina che risponde al nome di "Wonder Pink" che permette al giocatore di usare una poderosa frusta semplicemente disegnando una S sullo schermo. Lungi da noi voler smantellare l'ego della gentil donzella, ma seppur interessante la frusta non rappresenta certo quel genere di aggiunta che uno si aspetterebbe dopo un buon anno di sviluppo.

3
Wonder Pink è la new entry più significativa di questa demo E3. Oggettivamente, avremmo sperato in qualcosina di più.

Ok, Wonder Pink non è la sola novità. C'è il Wondershop, il classico posticino dove i giocatori possono comprare nuove abilità quali il Wonder Spring (essenzialmente, una schivata collettiva), e abbiamo avuto modo di provare un paio di combattimenti dalla difficoltà crescente dov'era necessaria una miscela di tattica e utilizzo di abilità specifiche. Le spade, ad esempio, funzionano bene con il blob gigante ma non con i robot, per i quali le fruste sono più indicati.

"La demo di quest'anno ha inoltre presentato la modalità cooperativa"

La demo di quest'anno ha inoltre presentato la modalità cooperativa, al cui interno i giocatori possono prendere il controllo di eroi differenti ed usarne le specifiche abilità in maniera del tutto indipendente. Una trovata sicuramente interessante, sintomo di un'apertura al pubblico casual meno attratto dalle dinamiche serrate di caccia al punteggio massimo (rappresentato dalla classica votazione S). E sia chiaro, nonostante le apparenze siglare punteggi elevati potrebbe rivelarsi un'impresa quasi titanica.

Anche l'impatto tecnologico del titolo rimane convincente. The Wonderful 101 gode di un'ottima direzione artistica e di uno stile peculiare, con quella fluidità e quell'azione frenetica che i possessori di Wii U stanno aspettando da tempo. Ciò nonostante, quello che avremmo sperato di trovare nella nostra visita al booth Nintendo era un pizzico di profondità in più nell'esperienza di gioco.

Il trailer dell'E3 di The Wonderful 101.

Quattro o cinque nuove abilità e una schivata "di gruppo" potrebbero non essere sufficienti a giustificare un titolo "a prezzo intero", nonostante l'evidente humor e le novità delle meccaniche. The Wonderful 101 rimane valido come al suo annuncio eppure a distanza di un anno non ha lo stesso fascino e lo stesso carisma.

Non è affatto un titolo "sbagliato" ma avremmo sperato davvero in qualcosa di più. Il titolo dei Platinum non manca di potenziale ma se andiamo a considerare la finestra di lancio per la quale The Wonderful 101 è previsto (a breve distanza da Pikmin 3 e Rayman Legends, anticipando soltanto di qualche giorno l'arrivo di The Legend of Zelda: The Wind Waker HD) il rischio di venire oscurati da franchise ben più blasonati non è così remoto. D'altro lato, è il caso di ricordarlo, difficilmente un lavoro di Platinum Games ha deluso le aspettative del proprio pubblico: da qui a settembre, insomma, potrebbe essere ancora tutta da giocare.

Vai ai commenti (8)

Riguardo l'autore

Alberto Destro

Alberto Destro

Redattore

Eterno Peter Pan intrappolato nel corpo di un trentenne, ha barattato la propria ombra per tastiera e controller. Il tutto per la gioia dell'adorata moglie, che si chiede cos'ha fatto per meritarsi un tale nerd.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (8)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza