Ci sono troppi Mario in giro?

Per Nintendo of America no.

Che negli ultimi tempi Nintendo si stia aggrappando sempre di più alla sua storica mascotte non ci sono dubbi. Basti pensare che da New Super Mario Bros. Wii a oggi è stato prodotto un nuovo platform mariesco all'anno, con la punta di tre giochi (se non contiamo New Super Luigi U) negli ultimi due.

Shack News ha avuto modo di interrogare Charlie Scibetta, il Sr. Director of Corporate Communications di Nintendo of America, sulla possibilità che anche lo stesso colosso di Kyoto sia consapevole di star sfruttando troppo il marchio dell'idraulico italiano.

"Penso che stiamo producendo il giusto numero di giochi di Mario, bilanciando quelle che sono le richieste dei fan con la visione dei nostri creativi," ha risposto Scibetta. "Credo che finché ci saranno nuove soluzioni di gameplay e nuove caratteristiche di gioco la fusione tra i personaggi e le IP che i giocatori vogliono continuerà a funzionare."

Incalzato sulla necessità di investire in nuove IP piuttosto che sulle vecchie serie espressa da alcuni critici, Scibetta ha risposto in questo modo: "Credo che i giochi che stiamo sviluppando ora possano essere considerati come una nuova IP, se li considerate dal punto di vista delle meccaniche di gioco. Solo che noi abbiamo associato ad esse dei personaggi e dei marchi già molto conosciuti."

Cosa ne pensate?

Vai ai commenti (13)

Riguardo l'autore

Luca Forte

Luca Forte

Redattore

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue più belle.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (13)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza