Dead Rising 3 offrirà molta più libertà ai giocatori

Capcom Vancouver punta a un'esperienza meno limitante.

In un'intervista rilasciata all'L.A. Times, il produttore esecutivo Josh Bridge ha spiegato l'approccio di Capcom Vancouver a Dead Rising 3.

"C'è molta libertà di giocare come si vuole", ha dichiarato Bridge. "I capitoli precedenti erano relativamente lineari e si era forzati ad agire con certi ritmi".

"Ora abbiamo fatto in modo che si possa esplorare il mondo di gioco. Abbiamo aumentato le cose con cui interagire e le aree da esplorare, e come risultato l'ambientazione è molto più ricca".

Bridge ha anche parlato delle funzionalità rese possibili dalla tecnologia Smartglass.

"È come se il gioco uscisse dallo schermo e arrivasse nelle vostre mani. Abbiamo sviluppato a fondo questa possibilità e siamo rimasti sorpresi dal constatare quante persona ne siano state colpite".

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Emiliano Baglioni

Emiliano Baglioni

Redattore

Emiliano si affaccia al mondo dei videogiochi all’epoca del Vic 20. Vive la sua storia di giocatore pensando che prima o poi crescerà e mollerà il joypad, ma non abbandona mai la sua passione, che riesce in qualche modo misterioso a conciliare con tutto il resto.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza