The Elder Scrolls Online dice no al grinding

ZeniMax Online vuole evitare attività ripetitive.

Il creative director Paul Sage ha svelato che The Elder Scrolls Online si allontanerà dal grinding tradizionale e dalle attività ripetitive di cui generalmente si popolano gli MMO.

"Stiamo facendo delle cose per non rendere una semplice questione di grinding", termine con cui "intendo attività ripetitive con poche probabilità di successo". "Molte persone", però", lo intendono come "attività che possono fare mentre socializzano nel gioco".

In questa accezione, "vogliamo assicurarci di averlo nel gioco".

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Project Witchstone è l'RPG indie che promette di rivoluzionare il genere

Sulle orme di Dungeons & Dragons il prossimo anno su PC, Xbox One e PlayStation 4.

Dragon Age 4 non sarà lanciato prima di metà 2022

L'attesa per il nuovo capitolo si fa lunga.

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza