Knack - prova

Una piccola gemma pronta al lancio.

Un altro titolo in arrivo da Sony Japan dopo Puppeteer e Rain, ma questa volta si parla del primo gioco next-gen di questo attivissimo team interno. Knack è stato forse il titolo più originale presentato dal colosso giapponese durante l'evento PS4, ma anche quello che molti hanno subito bollato come troppo "fanciullesco" per essere interessante... e se si fossero sbagliati?

La voglia della compagnia nipponica di catturare il maggior numero possibile di fasce d'utenza con la sua prossima console è piuttosto chiara. Con Knack, Sony punta alle famiglie, ai figli che amano giocare insieme ai genitori e ai cosiddetti casual gamer. Un gioco arcade che per certi versi ricorda la serie Ratchet & Clank, e che proprio con questa condivide un'irresistibile anima arcade.

Il titolo del gioco è dato dal nome del protagonista, un piccolo robot dalle capacità davvero particolari, che torneranno utili a lui (e noi) nella lotta contro una malefica orda di goblin e mostri che minacciano il pianeta. Il piccolo protagonista, infatti, è in grado di inglobare in sé un gran numero di materiali di vario genere. Grazie ad essi le sue dimensioni potranno crescere fino a farlo diventare un vero e proprio gigante, ma non finisce qui...

1
Più detriti verranno assorbiti da Knack e maggiori saranno le sue dimensioni e i danni inferti. Una sorta di Katamari Damacy... a orologeria!

A seconda dei detriti assorbiti, Knack potrà sfruttare nuove abilità che deriveranno dal tipo di materiale di cui si rivestirà. Metallo e plastica gli doneranno una resistenza e una potenza maggiore, mentre speciali reliquie note come Sun Stones andranno a riempire la barra degli attacchi speciali, che a seconda della situazione trasformeranno il protagonista in una bomba a frammentazione piuttosto che in un letale vortice "spara-metallo"

"Knack è stato forse il titolo più originale presentato da Sony nel corso dell'evento di presentazione della PlayStation 4"

I combattimenti sono quanto di più immediato si possa immaginare: si individua un bersaglio e lo si colpisce, possibilmente con la massima potenza possibile... ma c'è almeno una regola tattica da rispettare: mai ingaggiare uno scontro troppo duro quando si è piccoli.

Knack, infatti, inizierà spesso il livello con le sue dimensioni minime e in quello stato un paio di colpi basteranno per polverizzarlo e farci ricominciare l'avventura dall'ultimo checkpoint. Esplorando i livelli però, si potranno assorbire materiali (dal legno, al ghiacchio e così via) che andranno ad aumentare non solo le dimensioni del protagonista, ma anche la sua potenza e la capacità di incassare colpi.

In alcuni casi, addirittura, determinati materiali gli doneranno il potere di utilizzare colpi speciali, come nel caso si riescano ad assorbire dei pezzi di legno infuocati o del ghiaccio. Questi poteri durerà pochi secondi, ma in alcuni casi potrà fare davvero la differenza, e sarà necessario tenere sempre presente che determinati tipi di nemici saranno più vulnerabili ad attacchi di tipo particolare.

5
Knack potrà anche non essere il gioco in grado di far notare subito il salto qualitativo di PS4, ma alcune chicche grafiche non sono niente male.

Altrettanto importante è tenere d'occhio le ambientazioni circostanti per sfruttarle a proprio vantaggio, o quantomeno per evitare che diventino un ostacolo. Assorbire del ghiaccio poco prima di entrare in un luogo semi-sommerso dalla lava, ad esempio, non è una buona idea.

"Molti dei nemici preferiranno attaccarci dalla distanza"

Molti dei nemici che incontreremo sulla nostra strada preferiranno attaccarci dalla distanza, con vari tipi di armi. In questi casi tornerà utile la schivata, che consentirà a Knack di spostarsi velocemente a destra e sinistra. Nel corso del test allo stand Sony, tuttavia, ho notato che questa mossa era meno efficace del semplice salto nel caso ci si trovi ad affrontare un massimo di due avversari. Se il loro numero dovesse essere superiore, tuttavia, lo "strife" è da tenere presente.

In qualsiasi momento sarà possibile tornare alla forma base di Knack, e probabilmente vi starete chiedendo perché si dovrebbe optare per una scelta del genere. Presto detto, perché il gioco non comprenderà solo fasi di esplorazione e combattimento, ma anche enigmi e puzzle ambientali che in alcuni casi saranno risolvibili solo da una delle forme del protagonista.

Il titolo Sony Japan potrà inoltre vantare un interessante sistema di potenziamento del protagonista. Più o meno nascosti nell'enorme mondo di gioco troveremo degli scrigni che custodiranno upgrade di vario genere. Non tutti saranno accessibili da subito e molti di essi saranno scovati solo dai giocatori più curiosi e arditi... il gioco è infatti strutturato e bilanciato in modo che si possa arrivare alla fine anche senza scovare i potenziamenti migliori, ma questi garantiranno un plus notevole in termini di giocabilità.

Knack si mostra alla Gamescom 2013.

Una delle "feature" migliori del gioco, legata proprio ai suoi potenziamenti nascosti, sarà rappresentata dalla possibilità di scambiare gli stessi con altri giocatori presenti nella nostra Lista Amici. Ogni volta che ne troveremo uno, il gioco ci mostrerà cosa gli altri avventurieri di Knack presenti in rete offrono per eventuali scambi, in una sorta di mercatino aperto 24 ore su 24.

"Nella versione finale sarà anche disponibile una modalità co-op"

Nella versione finale del gioco sarà anche disponibile una modalità co-op, nella quale un secondo giocatore potrà prendere il controllo di un personaggio simile a Knack, diciamo una spalla di lusso. Come lui potrà collezionare reliquie (e donarle al protagonista, volendo) e possiederà una caratteristica che lo rende perfetto per i giocatori più giovani e inesperti: non potrà morire.

Un'ultima nota prima di finire: Sony ha confermato che Knack sarà uno dei giochi di lancio che supporterà la possibilità di iniziare a giocare anche a download non completato. Chiunque sia in possesso di una connessione Internet decente, potrà avviare il gioco poco dopo averlo acquistato, all'incirca dopo un paio d'ore.

Ricordo che all'epoca del lancio Xbox 360, in molti non presero in considerazione l'acquisto di Kameo, una piccola gemma griffata Rare. A distanza di anni, quel gioco si è dimostrato più che meritevole di attenzione e lo stesso potrebbe accadere con Knack. Il nostro consiglio è di tenerlo d'occhio e non scartarlo a priori come possibilie acquisto per il Day One.

Vai ai commenti (40)

Riguardo l'autore

Daniele Cucchiarelli

Daniele Cucchiarelli

Redattore

Lavora nel giornalismo videoludico da oltre 11 anni. Anche se tutti quelli che lo conoscono gli hanno consigliato di "trovarsi un lavoro serio", resta sempre fedele al suo primo amore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (40)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza