MXGP: The Official Motocross Videogame - prova

Milestone corre ancora nel fango.

Da moltissimi anni Milestone sforna con regolarità giochi di corse basati su veicoli, discipline e filosofie completamente diverse. Lo studio italiano ha sviluppato infatti giochi di rally, di moto su pista, di supercar e di motocross, ed è proprio su quest'ultima disciplina che ha deciso di tornare a concentrarsi con MXGP - The Official Motocross Videogame.

Abbiamo avuto la possibilità di testare a fondo una versione beta del gioco e nonostante il codice non fosse ancora stato pulito a dovere, abbiamo avuto un assaggio del gameplay e delle caratteristiche che troveremo nella versione completa prevista per il 28 marzo su PS3, Xbox 360, PC e Vita.

In sostanza con MXGP - The Official Motocross Videogame il team ha deciso di sfruttare la licenza ufficiale delle gare di motocross inserendo in un unico pacchetto percorsi, mezzi, piloti e sponsor realmente esistenti. A quanto abbiamo avuto modo di vedere il progetto si allontana parzialmente da MUD, gioco tutt'altro che memorabile che abbiamo recensito nell'aprile del 2012.

Una volta scesi in pista, infatti, ci si rende immediatamente conto di quanto il modello di guida sia stato modificato puntando su un approccio meno arcade e più verosimile, senza però andare mai a sconfinare nel campo della simulazione vera e propria.

1
I modelli delle moto e dei piloti sono realizzati con cura ma alcune animazioni devono ancora essere rifinite per risultare convincenti.

Il sistema di controllo di MXGP - The Official Motocross Videogame, infatti, prevede la gestione separata della moto e del peso del pilota, elemento fondamentale per ottenere buone prestazioni sulle piste tortuose e sconnesse delle gare di motocross.

"Il sistema di controllo di MXGP prevede la gestione separata della moto e del peso del pilota"

Ecco quindi che lo stick sinistro viene usato per domare lo scalpitante destriero metallico, mentre quello destro è dedicato ai movimenti del pilota, fondamentali per affrontare i salti nel migliore dei modi.

Quando uscirà la versione definitiva del gioco sarà importante imparare come sfruttare la tecnica dello Scrub, manovra utile a ridurre la durata dei salti e a permettere, di conseguenza, di toccare terra qualche istante prima per accelerare nuovamente e guadagnare secondi preziosi.

Per esibirsi in uno Scrub perfetto basta premere entrambi gli stick analogici nella stessa direzione nel momento esatto in cui le ruote si staccano dal terreno. A quel punto il pilota inclina la moto verso il lato indicato dal giocatore, smorzando la traiettoria del salto a tutto vantaggio della prestazione.

2
Per ora il livello di dettaglio durante le gare ci è sembrato lontano da quello mostrato in questa immagine.

All'attuale stadio di sviluppo MXGP - The Official Motocross Videogame è ancora afflitto da diversi problemi tecnici che dovrebbero esser risolti in fase di debugging. Al netto di questi elementi, che provvederemo a testare a fondo in fase di recensione, il gioco si distingue per un design dei tracciati abbastanza gradevole.

"Il gioco si distingue per un design dei tracciati abbastanza gradevole"

Le dimensioni ridotte degli stessi rispetto a quelli ben più ampi della serie Moto GP hanno permesso agli sviluppatori di rendere più vivi gli ambienti, con l'inserimento di una folta schiera di spettatori e molti altri elementi ornamentali in grado di offrire un buon colpo d'occhio.

A questo si va ad aggiungere il sistema di deformazione del terreno, pensato per simulare in modo credibile i segni del passaggio delle moto sul terriccio fangoso. A quanto abbiamo avuto modo di vedere il medesimo settore può presentarsi in condizioni differenti da un giro all'altro, costringendo a variare, seppur di poco, la traiettoria scelta per affrontarlo.

Questo elemento potrebbe rivelarsi particolarmente interessante durante le gare più intense ma molto dipenderà dalle reazioni dei piloti avversari e dalla loro capacità di adattamento alla cedibilità del terreno.

3
Ecco un esempio di Scrub. In MXGP sarà la pulizia di questa manovra a segnare la differenza tra i campioni e i centauri della domenica.

Già nel codice in nostro possesso il modello di guida poteva essere adattato all'abilità del giocatore impegnato nella partita. A seconda della dimestichezza con i giochi di corse, infatti, era possibile attivare o disattivare una vasta gamma di aiuti come la frenata automatica, la gestione unita o disgiunta dei freni, il cambio manuale o semiautomatico e, soprattutto, il controllo manuale del peso del pilota.

"La telecamera in prima persona rende l'esperienza più coinvolgente e soprattutto difficile da gestire"

Un altro elemento particolarmente interessante è l'inserimento della telecamera in prima persona, attivabile liberamente dal menu delle opzioni. Come accade nella maggior parte dei giochi di guida la visuale in soggettiva rende l'esperienza più coinvolgente e, soprattutto, difficile da gestire.

Se giocando in terza persona è infatti più facile rendersi conto delle distanze per eseguire lo Scrub con il giusto tempismo e della posizione dei piloti avversari durante le curve, quando si passa alla soggettiva tutto diventa più complicato ed è necessaria una buona dose di freddezza per affrontare le varie situazioni offerte dai tracciati.

Come da tradizione per i giochi di guida targati Milestone, anche in MXGP - The Official Motocross Videogame sarà possibile creare il proprio pilota personalizzato per fargli vivere un'intensa carriera e portarlo al vertice del motocross mondiale.

Due minuti con MXGP:The Official Videogame.

Nel codice in nostro possesso era possibile muovere i primi passi nella modalità Carriera, anche se con diverse limitazioni, e a quanto abbiamo avuto modo di vedere la struttura non si allontanerà molto da quella vista negli altri titoli della compagnia italiana.

Una volta avviata la partita sarà possibile unirsi a un team come wild card, in modo da partecipare alle prime gare e ottenere l'attenzione degli addetti ai lavori. Prima di ogni weekend di gara, composto da due corse separate, il team con cui si firmerà il contratto renderà noto l'obiettivo minimo richiesto.

Nella modalità Carriera del nostro codice preview era possibile consultare il computer nell'ufficio virtuale per leggere le email, i messaggi del proprio manager e i feed dei fan. Dal calendario, invece, si potevano monitorare le competizioni in programma.

Oltre alla Carriera il titolo Milestone permetterà di cimentarsi in interi gran premi, in lunghi campionati o nelle immancabili sfide a tempo. MXGP - The Official Motocross Videogame uscirà il 28 marzo su PS3, Xbox 360, PC e Vita. Ci vediamo in pista tra qualche settimana per la recensione!

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

PS5 cover nere ufficiali messe alla berlina da Dbrand perché non 'davvero nere'

Le nuove cover nere ufficiali di PS5 fanno ridere Dbrand.

Cyberpunk 2077: va via anche il capo del Controllo Qualità, Lukasz Babiel

Anche Babiel lascia CDPR dopo aver lavorato a Cyberpunk 2077 e The Witcher per anni.

Elden Ring ha una grave falla nella sicurezza del matchmaking, rischio di hacking nel multiplayer

Le invasioni in Elden Ring funzionano in più di un senso: gli hacker sono in agguato.

Hitman 3 bombardato da recensioni negative per il prezzo e gravi problemi su Steam

Buona fortuna, 47: il malcontento degli utenti Steam per Hitman 3 si estende a macchia d'olio.

Articoli correlati...

Hitman 3 bombardato da recensioni negative per il prezzo e gravi problemi su Steam

Buona fortuna, 47: il malcontento degli utenti Steam per Hitman 3 si estende a macchia d'olio.

Steam Deck ora supporta anche i giochi con Easy Anti-Cheat

Più sicurezza nel 'PC tablet' Steam Deck di Valve.

Elden Ring ha una grave falla nella sicurezza del matchmaking, rischio di hacking nel multiplayer

Le invasioni in Elden Ring funzionano in più di un senso: gli hacker sono in agguato.

Dark Souls Nightfall, l'enorme mod sequel fan-made tra dettagli e una demo già giocabile

Dark Souls Nightfall ha già una demo: tutti i dettagli sul sequel fan-made.

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza