Microsoft Surface 2 - review

Una nuova incursione nel mercato dei tablet.

Con l'uscita del primo Surface, circa un anno fa, Microsoft ha provato a minare le quote di mercato dei tablet detenute principalmente da Apple con i suoi iPad, e dai prodotti di diversi brand con a bordo il sistema operativo Android. La differenza è stata nella scelta di proporre un prodotto ibrido fra un tablet e un PC. Dopo il parziale insuccesso del Surface della prima generazione, Microsoft ha deciso di riprovarci col Surface 2, disponibile nella versione RT, più economica e mossa dal processore Tegra di Nvidia, e nella variante PRO, che vanta un ben più costoso Intel i5.

Si tratta di una PC basato sulla tecnologia ARM con una forma da tablet, con a bordo l'ultima versione del sistema operativo di Redmond, Windows 8.1 RT. Rispetto alla sua prima incarnazione troviamo dei miglioramenti a livello hardware, così da garantire velocità e prestazioni migliori, una durata della batteria prolungata, una fotocamera più precisa e con risoluzione maggiore. Gradito bonus per gli acquirenti è un anno di chiamate gratuite verso la telefonia fissa di 60 paesi attraverso Skype, 200GB di spazio su Skydrive per due anni, ma soprattutto la versione ottimizzata per questo tablet trasformabile di Office 2013 pre-installata.

Esteticamente si tratta di un prodotto curato, con la scocca in magnesio e un flap regolabile in due posizioni per mantenerlo in posizione verticale nel caso vogliate posizionarlo su un tavolo o sulle gambe. Il risultato è comodissimo nel caso di un collegamento della tastiera, rendendolo a tutti gli effetti un notebook. Il peso è contenuto e i suoi 675 grammi rendono il Surface 2 un dispositivo comodo da trasportare, oltre a risultare molto gradevole nell'offrire una sensazione di resistenza e eleganza.

1
In Microsoft hanno sicuramente capito l'importanza del design: il Surface 2 è infatti molto curato e sono stati selezionati ottimi materiali per la sua produzione.

Il display scelto da Microsoft è uno schermo HD Clear da 10.6 pollici in 16:9 e con risoluzione Full HD a 1920x1080 pixel, con una densità di pixel pari a 208PPI, molto superiore ai 148PPI della prima generazione di Surface. Questo permette di ottenere una migliore qualità dell'immagine, più definita, con supporto al touch capacitativo a cinque punti di contatto per la versione RT e a 10 punti per la versione PRO. Si tratta inoltre di un monitor di tipo IPS, in grado quindi di garantire una buona resa cromatica e angoli di visione molto ampi. Anche per quanto riguarda la luminosità il Surface 2 non delude le aspettative, garantendo una più che buona visibilità con una forte illuminazione ambientale sia al chiuso che all'aperto. Impostando la luminosità al minimo, risulta confortevole e poco affaticante per gli occhi nel caso di utilizzo notturno o in ambienti scarsamente illuminati.

"Il Surface 2 offre una più che buona visibilità con una forte illuminazione ambientale sia al chiuso che all'aperto"

Sul bordo della scocca sono presenti solamente tre pulsanti, due per la regolazione del volume, uno per l'accensione e lo spegnimento. La reale differenza coi tablet è la presenza di un lettore di schede MicroSD posizionato al di sotto del kickstand, che permette di aumentare lo storage del Surface. Se pensiamo che il sistema operativo occupa ben 16 GB dello spazio totale, la versione da 32GB in realtà offre all'utente finale solo 16GB utilizzabili. Una porta USB 3.0 e l'uscita micro HDMI affiancano l'ingresso per le cuffie o gli auricolari da 3,5 millimetri e i connettori per gli accessori. Sono presenti anche gli speaker stereo, posizionati sulla cornice del tablet, che risultano essere molto potenti anche se sicuramente non verranno ricordati per la fedeltà di riproduzione, piuttosto piatta e spenta.

Non mancano le fotocamere, una frontale da 3.5 Megapixel e una posteriore da 5 con registrazione video in Full HD. Quella posteriore ha un orientamento atipico verso l'alto, questo per essere perfettamente allineata quando il tablet è posizionato sul tavolo col kickstand aperto. Tuttavia risulta difficile da utilizzare comodamente quando utilizziamo il Surface a mano libera per scattare una foto o registrare un video. Su entrambe le fotocamere è presente un microfono, uno utilizzato per la registrazione dell'audio, mentre l'altro si occupa della soppressione del rumore ambientale.

2
Il Kickstand offre due angolazioni differenti di apertura, la prima pensata per l'utilizzo su un tavolo, la seconda nel caso si voglia appoggiare il Surface 2 RT sulle gambe.

Sempre sulla cornice troviamo il collegamento per la ricarica che si effettua tramite alimentatore da 24W con collegamento magnetico, molto comodo e funzionale. La batteria, stando alle dichiarazioni di Microsoft, è in grado di sopportare fino a 10 ore di riproduzione video, valore addirittura superato in fase di test dove abbiamo raggiunto quasi 12 ore.

"La mancanza di un modulo 3G o LTE castra la produttività di un tablet rivolto al mercato business"

La connettività è garantita da un chipset Marvell 350n con supporto a connessioni wireless con frequenze a 2.4 GHz e 5 GHz con supporto allo standard 802.11 a/b/g/n con connessioni fino a 300 Mbps. Notevole la presenza del chip integrato per la gestione delle connessioni Bluetooth 4.0, ma spiacevole la mancanza di un modulo 3G o LTE che priva della possibilità di avere una connessione lontani da una rete Wi-Fi, castrando la produttività di un tablet rivolto a un settore di mercato per lo più business che si propone come sostituto di tablet e notebook.

All'interno troviamo un processore Nvidia Tegra 4 da 1.7 GHz, che può raggiungere i 1.9 GHz quando un core è a pieno carico, affiancato da 2GB di RAM: entrambi, come il disco, non sono sostituibili, il primo perché saldato direttamente sulla PCB, il secondo per la difficoltà nella procedura di apertura e rimozione dello schermo, sicuramente non alla portata di un neofita.

Per quanto riguarda lo store per le applicazioni, non è minimamente paragonabile all'offerta di Apple con il suo AppStore e di Google con il Playstore, anche se sicuramente, con una maggiore diffusione di macchine dotate di Windows 8, questo gap è destinato ad assottigliarsi. Il suo fratello maggiore PRO è invece in grado di annullare questo divario essendo in grado di installare tutte le applicazioni che siete abituati ad avere sul PC, mentre la versione RT è in grado di installare il software presente solo ed esclusivamente sullo store, anche se è presente una sorta di jailbreak, analogo a quelli sviluppati per le piattaforme IOS, per superare il problema.

"La tastiera è venduta in due versioni, una touch e una meccanica"

Per la recensione ci è stata fornita anche la tastiera, venduta come accessorio e disponibile in due versioni: una touch e una meccanica. Nel nostro caso abbiamo provato la seconda, ovvero una tastiera estremamente sottile che si aggancia al tablet attraverso un connettore magnetico posto nella parte inferiore del Surface e che permette una volta chiusa, di proteggere lo schermo proprio come se fosse una cover. La tastiera è retroilluminata, precisa nella digitazione e senza alcun tipo di input lag, mentre sulla parte inferiore è presente anche un touchpad a due tasti, sicuramente migliorabile per quanto riguarda la sensibilità in risposta soprattutto dei pulsanti, troppo piccoli e posizionati a ridosso del bordo.

Abbiamo testato a lungo il Surface 2 RT, sia come piattaforma di lavoro che da intrattenimento. Attraverso l'utilizzo del pacchetto Office RT pre-installato e appoggiandosi a piattaforme di cloud storage come Dropbox o Skydrive è possibile iniziare un lavoro su un PC desktop e completarlo in mobilità sul Surface 2. Nonostante lo schermo da 10.6 pollici, non è stato particolarmente scomodo lavorare su documenti Excel o Word, e in tal caso il valore aggiunto è stata sicuramente la tastiera fisica che ha permesso di utilizzare tutta la superficie come monitor.

3
Col Kickstand aperto e la tastiera collegata, il Surface 2 si trasforma in un piccolo notebook.

Anche sotto l'aspetto della riproduzione video siamo sicuramente rimasti soddisfatti, con video fluidi e colori nitidi; in ambienti poco rumorosi è possibile utilizzare gli speaker stereo integrati, anche se il suono migliore si può ottenere solamente collegando un paio di cuffie o di casse esterne.

"Non sono stati rilevati quei surriscaldamenti che spesso affliggono i dispositivi mobile"

Abbiamo provato anche diversi giochi sul Surface 2 RT, fra tutti il nuovo Asphalt 8 e Pinball FX entrambi ottenuti dallo store Microsoft: la riproduzione è fluida e senza indecisioni grazie al Tegra 4 sotto la scocca, e anche durante lunghe sessioni di gioco o di riproduzione video non sono stati rilevati particolari surriscaldamenti nella parte posteriore del tablet, cosa che spesso affligge i dispositivi mobile. Il che è sicuramente un punto a suo favore per la durata della componentistica interna, meno soggetta a cambi di temperatura elevati.

La lunga autonomia del Surface 2, affiancata alle buone prestazioni offerte dalla piattaforma Nvidia Tegra 4, pongono la versione RT su un piano nettamente superiore ai tablet ma non ancora in grado di competere ad armi pari con un notebook, quindi è da considerare più un alleato da affiancare all'utilizzo di un notebook tradizionale che un suo sostituto. Il fratello maggiore Surface 2, non avendo le limitazioni per quanto riguarda l'installazione delle applicazioni e godendo di un'architettura basata su Intel i5 e con un quantitativo di RAM molto superiore che garantisce prestazioni più elevate, è invece da considerarsi più un laptop replacement che uno strumento complementare, anche se il prezzo è sicuramente molto più elevato e pertanto non alla portata di tutti.

4
Un valore aggiunto è sicuramente la presenza del pacchetto Office RT, che ci permette di lavorare in completa mobilità. Con la tastiera collegata, i 10.6 pollici del monitor risultano sufficienti per lavorare comodamente.

Parlando di costi, al momento della recensione il Surface 2 è proposto a €439 per la versione da 32GB e €549 per la versione dotata di un disco SSD da 64GB. Per il Surface 2 Pro parliamo di €889 per la versione da 64GB e €999 per quella da 128GB. A questi prezzi è sicuramente indicato prevedere una spesa ulteriore di €129 per affiancare al tablet anche la tastiera dotata di touchpad, per renderlo a tutti gli effetti un notebook. Un acquisto questo non obbligato ma sicuramente consigliato per sfruttare a pieno le potenzialità del Surface 2 RT per lo più se interessati a usarlo spesso come strumento di lavoro.

Il Surface 2 RT risulta essere un ottimo compagno per chi si trova spesso fuori casa e non vuole il peso e l'ingombro di un notebook standard, con una buona autonomia della batteria. Il troppo spazio su disco occupato dal sistema operativo, la metà per la versione da 32 GB, e l'impossibilità d'installare qualunque applicativo compatibile con Windows 8, non permettono al Surface 2 RT di andare oltre al voto qui sotto.

Se Microsoft riuscirà a creare una nuova versione senza queste due limitazioni e senza aumentare il prezzo, questi dispositivi saranno sicuramente in grado di accaparrarsi una buona fetta di mercato.

7 /10

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (15)

Riguardo l'autore

Marco Ballabio

Marco Ballabio

Redattore

Adepto spirituale del Pastore fin dai tempi di TGM, è sempre alla ricerca dell’ultimo pezzo per completare il suo PC definitivo. Impresa, come quella di Dylan Dog e del suo galeone, infinita.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Pride Run è il videogioco che celebra i Pride di tutto il mondo

Ill 10% dei ricavi verrà donato per supportare le comunità LGBTQ+.

Fortnite e Batman insieme: Epic svelerà tutti i dettagli nella giornata di domani

Il Battle Royale festeggia così gli 80 anni dell'eroe di Gotham.

Commenti (15)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza