Amy Hennig non è stata "cacciata" da Naughty Dog

Lo studio di The Last of Us fa chiarezza sull'addio della writer.

I co-presidenti di Naughty Dog sono intervenuti per porre fine ai rumor che davano per "cacciata" la scrittrice Amy Hennig, la quale ha lasciato pochi giorni fa la compagnia.

Evan Wells e Christophe Balestra, nel confermare che Hennig "ci mancherà" e che "abbiamo apprezzato il significativo contributo che ha portato in Naughty Dog e nell'industria in generale", "sentiamo sia necessario chiarire un punto molto importante che è stato poco professionalmente riportato male all'uscita della notizia".

"Bruce Straley e Neil Druckmann non sono stati coinvolti in quello che è successo. È stato molto deludente per noi vedere dozzine di report scritti" in merito, portando avanti "accuse dolorose".

"Normalmente non risponderemmo a rumor e speculazioni su questioni che sono interne a Naughty Dog, ma dal momento che ad essere danneggiata è la reputazione personale di due dei nostri dipendenti, avevamo bisogno di mettere le cose in chiaro".

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza