Pachter: la chiusura di Irrational porterą alla fine di BioShock

La serie non resisterą ad un calo di qualitą, secondo l'analista.

La chiusura di Irrational Games potrebbe danneggiare irrimediabilmente il franchise di BioShock.

A dirlo è Michael Pachter, secondo il quale il passaggio di Ken Levine ad uno studio di appena quindici persone sarebbe "il primo chiodo sulla bara della serie", destinata a subire cali di qualità non accettabili dai fan e dall'editore.

In particolare, Pachter ritiene che il punto forte di Take-Two sia la grande libertà creativa concessa ai suoi sviluppatori, in un certo senso 'proprietari' delle IP su cui lavorano. Per questo motivo, una volta che questo legame tra developer e proprietà intellettuale si rompe, difficilmente può essere ristabilito con un altro team.

Infinite potrebbe davvero essere l'ultimo episodio della saga?

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza