AOC G2460Pqu - review

Diciamo addio al ghosting con questo display a 144Hz.

AOC ha creato il G2460Pqu espressamente per i gamer. Si tratta di un pannello da 24" con risoluzione nativa in Full HD da 1920 x 1080 pixel, con un refresh rate molto elevato (144Hz) con tecnologia TN screen, contrapposta a quella IPS che abbiamo già visto in recensioni precedenti.

Esteticamente non dice molto, si tratta di una cornice nera sorretta da un piedistallo rotondo, senza particolari orpelli o fronzoli che lo rendono apprezzabile da chi predilige un design minimale. La base circolare sorregge uno stand che permette di regolare altezza e inclinazione del pannello, consentendo anche la rotazione di 90° per posizionare lo schermo in verticale.

Le connessioni sono generose: abbiamo una porta D-sub, una DVI-D, una Display Port e infine una immancabile connessione HDMI. Sono inoltre presenti quattro porte USB 2.0. I tasti di controllo dei vari parametri sono stati posizionati sulla parte inferiore della cornice, che ospita anche due altoparlanti da 2.5 Watt, qualitativamente non indimenticabili ma più che sufficienti per chi fosse totalmente sprovvisto di un impianto audio dedicato.

All'interno della confezione c'è tutto il necessario: oltre al monitor e ai componenti necessari al fissaggio alla base troviamo il cavo di alimentazione con presa schuko, un cavo VGA, uno DVI, quello per il collegamento audio con jack da 3.5 pollici, e un cavo USB A-B (come quelli delle stampanti) che permettono di collegare il monitor al PC per utilizzare le porte USB presenti sulla cornice del monitor.

1
I designer hanno optato per linee semplici e pulite, nulla di estroso non sfigurerà sulle vostre scrivanie.

Non è incluso il cavo HDMI, nonostante sia una possibilità d collegamento disponibile. L'assemblaggio è estremamente semplice e veloce, una volta collegati i cavi al pc è possibile utilizzare fin da subito il monitor, anche se come sempre è consigliabile dedicare un po' di tempo alla calibrazione e alla regolazione dei colori per ottenere i risultati migliori.

"AOC ha creato il G2460Pqu espressamente per i gamer"

Punto debole dei pannelli TN, come questo AOC, sono da sempre l'angolo di visuale e la resa cromatica, deficit non presenti nei prodotti IPS, dedicati sicuramente ad altre categorie come quelle dei professionisti video.

Per chi utilizza il monitor prevalentemente per il gaming o al più per la visione di qualche film, non sono segnalabili particolari perdite cromatiche tali da bollare negativamente questi pannelli. Anche se anche in questo caso la visione diverse da quella frontale presenta un livello dell'immagine mediocre con profonda perdita dei colori e della luminosità.

È certamente necessario iniziare da una buona regolazione manuale di tutti i parametri per ottenere il miglior risultato visivo, difficilmente raggiungibile con le regolazioni automatiche o i preset di fabbrica. L'alto refresh rate aiuta sicuramente nella fluidità delle immagini e nella loro pulizia.

2
La possibilità di ruotare il monitor è utile per chi fa presentazioni o gioca al Mame a Aero Fighter, ma anche per raggiungere meglio ingressi audio e video.

Ove supportato il riscontro è tangibile rispetto ai canonici 60 Hz dei monitor tradizionali, anche se c'è da segnalare che questo monitor, nonostante l'elevata frequenza di aggiornamento, non supporta il 3D stereoscopico. Chi fosse interessato prevalentemente a questa feature dovrebbe quindi cercare altrove.

"Punto debole dei pannelli TN, come questo AOC, sono l'angolo di visuale e la resa cromatica"

Utilizzando il monitor per la riproduzione di video non si percepiscono in realtà reali benefici, anche perché solitamente i filmati non superano mai i 60fps alla sorgente, pertanto il pannello, seppure possa supportare frequenze più che triple, non concede nessun tipo di giovamento.

Situazione completamente differente quando andiamo a caricare dei giochi che permettono di sfruttare al 100% la frequenza di 144Hz, come DiRT 3 o Team Fortress di Valve. In questo caso la differenza rispetto a un monitor canonico si vede, e anche chiaramente. Il fenomeno di ghosting dell'immagine è solamente un lontano ricordo, le linee sono più definite e pulite al punto da far sembrare lo stesso gioco completamente differente.

Un altro esempio seppur completamente differente è la lettura di pagine web molto lunghe, lo scroll della pagina è talmente definito da non percepire il movimento dei caratteri, che risultano molto dettagliati quasi come se stessimo guardando uno schermo E-Ink di un lettore come il Kindle.

Come abbiamo detto sono presenti quattro porte USB due nella parte posteriore del monitor, dove trovano posto tutti i collegamenti, e due sulla cornice laterale. Interessante come una di queste sia colorata di rosso e indichi una porta dedicata alla ricarica di smartphone e tablet, con tempi di ricarica inferiori a quelli di una porta USB standard.

"Nei giochi che permettono di sfruttare al 100% la frequenza di 144Hz la differenza si vede"

L'OSD (On Screen Display) è chiaro e ben organizzato, e permette di andare a modificare tutti i parametri relativi al monitor e alla regolazione di colori, contrasto e luminosità utilizzando i tasti presenti sulla cornice. Una volta terminate le varie modifiche, è possibile salvarle come profilo per poterle richiamare comodamente.

Sicuramente ottima la personalizzazione per quanto riguarda altezza del monitor dalla base, con una regolazione precisa e una buona escursione, inoltre è possibile inclinare il monitor su entrambi gli assi, nonché ruotarlo. Questa funzione è più utile a chi realizza presentazioni più che ai giocatori, ma è sicuramente una funzionalità in più.

A conti fatti il monitor ha dei punti forti dalla sua parte: il tempo di risposta da 1 millisecondo e la velocità di refresh a 144Hz, buona qualità costruttiva, semplicità nel design e la possibilità di personalizzare altezza e inclinazione, senza dimenticare la porta USB dedicata alla ricarica veloce dei dispositivi mobile.

4
La presa rossa è quella indicata per la ricarica veloce di dispositivi come smartphone e tablet.

Dalla parte opposta abbiamo una visione angolare non eccellente, una resa di colore non paragonabile a un pannello IPS, un contrasto non troppo elevato, ma soprattutto il mancato supporto al 3D. Il prezzo di vendita al momento è di circa 270€.

Se siete alla ricerca di un monitor adatto sia al gioco che alla riproduzione video e prediligete la fluidità dell'immagine rispetto alla profondità di colore e contrasto, allora questo monitor di AOC potrebbe fare al caso vostro. Se invece il 3D e il colore sono fattori decisivi per il vostro acquisto, meglio rivolgersi altrove.

7 /10

Leggi la nostra guida al punteggio

Vai ai commenti (35)

Riguardo l'autore

Marco Ballabio

Marco Ballabio

Redattore

Adepto spirituale del Pastore fin dai tempi di TGM, è sempre alla ricerca dell’ultimo pezzo per completare il suo PC definitivo. Impresa, come quella di Dylan Dog e del suo galeone, infinita.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Borderlands 3 contiene un easter egg dedicato a Futurama

I riferimenti alla cultura pop abbondano nel gioco.

World War Z: svelati i contenuti gratuiti della seconda stagione

Modalità orda, PvE cross-play e molto altro.

L'action strategico John Wick Hex ha una data di uscita per PC

Il gioco sarà disponibile in esclusiva su Epic Games Store.

Commenti (35)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza