Mojang non è peggio di EA, il fondatore Notch si difende

Lo sviluppatore di Minecraft accusato a seguito delle modifiche all'EULA.

1
Marcus 'Notch' Persson.

Notch, creatore di Minecraft e dello sviluppatore Mojang, ha difeso lo studio in seguito alle accuse mosse da alcuni utenti, arrabbiati per via delle modifiche fatte all'EULA del gioco.

Il caso è nato da una dichiarazione di Erik Broes di Mojang, il quale ha scritto su Reddit che "non si possono far soldi con Minecraft senza il nostro permesso. Se ti trovi su un server, la tua esperienza dev'essere la stessa degli altri giocatori".

Alcuni hanno letto in questa dichiarazione la fine dei server non ufficiali che richiedono di versare un contribuito ai proprietari per potervi accedere.

"Potete far pagare per il fatto di ospitare un server, ma non per caratteristiche del gameplay" ha poi risposto Notch su Twitter, sperando di chiarire la questione. Così non è stato e il padre del gioco ha scritto un post in merito sul proprio blog.

"Qualcuno ha visto che l'EULA dice che non si può far pagare per queste cose, e ha chiesto ad uno degli impiegati di Mojang spiegazioni a riguardo. Quella persona ha detto che sì, è contro le regole, ed è esploso il caso"

"Molte persone hanno avuto l'impressione che abbiamo modificato l'EULA per rendere illecito questo comportamento, quando in realtà lecito non lo è mai stato. In tanti hanno dato voce alle proprie preoccupazioni. Alcuni ci sono andati giù pesante. Altri hanno detto testualmente che siamo peggio di EA".

La scorsa settimana, Mojang ha pubblicato una serie di linee guida, sotto forma di FAQ, relative alla monetizzazione dei server. Accesso al server, donazioni, pubblicità e sponsorizzazioni sono tutte cose permesse, fintanto che non alterino l'esperienza di gioco.

"Queste sono tutte nuove eccezioni all'EULA", ha concluso Notch. "Tutto ciò rende le regole più liberali che mai. La gente continua a chiedermi di tornare al vecchio EULA. È una cosa che mi rende triste".

Vai ai commenti (5)

Riguardo l'autore

Matteo Tabai

Matteo Tabai

Redattore

È un ragazzo abbastanza alto, appassionato di videogiochi, musica, montagna e buon cibo. Onnivoro sia a tavola che con un controller in mano, ha l'assurda pretesa di fare dei videogames la sua professione. Chi vivrà, vedrà.

Contenuti correlati o recenti

Ratchet & Clank: Rift Apart per PS5 gira bene anche con il peggiore degli SSD compatibili

Digital Foundry analizza le opzioni SSD disponibili per PS5 usando Ratchet & Clank: Rift Apart

Articolo | Marvel's Guardians of the Galaxy - prova

Ha detto "benvenuto nei Guardiani della Galassia spaccacubi", solo che non ha detto "cubi"!

'Call of Duty: Warzone è un gioco per bambini di 11 anni'

COD: Warzone non piace più a Dr. Disrespect.

Articoli correlati...

Commenti (5)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza