Confermato il cloud computing in Crackdown per Xbox One

La distruzione degli scenari sarà calcolata dai server.

Annunciato ufficialmente al recente E3 2014, il nuovo Crackdown per Xbox One farà uso intensivo del cloud computing che calcolerà in tempo reale la distruzione dell'ambiente circostante.

Lo ha dichiarato Ken Lobb, creative director presso Microsoft Studios, che ha anche riferito come il titolo del gioco non sarà Crackdown 3 ma semplicemente Crackdown. Questo capitolo sarà una via di mezzo tra il reboot del primo capitolo e un vero sequel dello stesso.

Recentemente Phil Spencer aveva rivelato come la demo della BUILD 2014 era effettivamente il progetto legato al cloud computing di Crackdown.

Vai ai commenti (24)

Riguardo l'autore

Marco Gatto

Marco Gatto

Redattore

Si avvicina ai videogiochi grazie a suo papà, incallito videogiocatore. Inizia a smanettare sin dalla tenera età con Intellivision e Atari VCS 2600. Da lì in poi, l’amore viscerale per i videogiochi non si è più assopito.

Contenuti correlati o recenti

Kena: Bridge of Spirits sarà disponibile anche su Nvidia GeForce Now

L'attesissimo titolo arriverà sulla piattaforma streaming.

Avatar? Doveva essere sviluppato da uno studio che offrì ai dirigenti Ubisoft... cocaina

David Polfeldt di Massive Entertainment svela il retroscena.

Little Nightmares e Inside incontrano uno shooter survival nel primo affascinante titolo di Section 9 Interactive

Da ex sviluppatori di Little Nightmares un progetto interessante passato in sordina.

Articoli correlati...

Articolo | Deathloop - anteprima

“Allacciati le cinture Alice, che di meraviglie adesso ne vedrai un bel po'”.

Commenti (24)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza