Con il ritorno in grande spolvero della realtÓ virtuale, grazie ad Oculus Rift e Project Morpheus, anche Nintendo potrebbe pensare ad un suo sistema VR. Shigeru Miyamoto ha espresso tutti i suoi dubbi in una intervista al magazine Time.

Secondo Miyamoto, la realtÓ virtuale non Ŕ la via giusta per Nintendo: "Ci˛ che cerchiamo di fare Ŕ creare giochi per tutti da avere nel salotto. ╚ nostra intenzione non solo far divertire la persona che gioca, ma anche chi gli sta accanto".

"Quando si pensa a cos'Ŕ la realtÓ virtuale, immaginiamo una persona che indossa una sorta di occhiali e gioca da solo in un angolo o in una stanza separata. Questo va in contrasto con ci˛ che vogliamo fare con Wii U" spiega Miyamoto.

Per ora Nintendo si focalizzerÓ su titoli che possano coinvolgere quante pi¨ persone possibile anche se non giocano direttamente.

Voi cosa ne pensate? Nintendo dovrÓ rispolverare il vecchio Virtual Boy?

1
L'ultimo Dev Kit di Oculus Rift.

Riguardo l'autore

Marco Vitiello

Marco Vitiello

Redattore

Videogiocatore fin dai tempi del primo Super Mario su Atari, Ŕ cresciuto a pane e The Games Machine. Esperto di GdR pen&paper, bazzica spesso per le fiere del fumetto di tutta Italia dove fa incetta di gadget. Toglietegli tutto ma non videogiochi, cinema e serie TV.