Capcom guarda con interesse il mercato dei free to play

E Deep Down rappresenterà il "Cavallo di Troia".

Il mercato dei titoli che adotta il modello free to play è in netta espansione, e se è vero che questo sistema è in voga da tantissimo tempo su PC, smartphone e tablet, assisteremo ad una invasione anche su console, con alcuni esperimenti già partiti (vedere ad esempio Ace Combat o Tekken su PS3, Happy Wars e Warface su Xbox 360).

Per questo motivo Capcom guarda al F2P con grosso interesse, reputandolo come un segmento di mercato molto interessante e ritenuto particolarmente redditizio.

La software house giapponese proverà ad entrare in questo settore proprio con Deep Down, titolo annunciato lo scorso febbraio 2014 in esclusiva PS4 pronto al suo debutto per il prossimo anno in Giappone.

Deep Down sarà infatti scaricabile senza costi aggiuntivi con l'introduzione delle microtransazioni per acquistare una serie di contenuti extra di vario genere a prezzi comunque contenuti, come costumi, armi e altri oggetti per personalizzare e potenziare il proprio eroe. Tra l'altro Deep Down è una produzione tripla "A", quindi molto onerosa per le casse di Capcom.

Chissà se questo modello si imporrà anche su console. Diteci la vostra.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Marco Gatto

Marco Gatto

Redattore

Si avvicina ai videogiochi grazie a suo papà, incallito videogiocatore. Inizia a smanettare sin dalla tenera età con Intellivision e Atari VCS 2600. Da lì in poi, l’amore viscerale per i videogiochi non si è più assopito.

Contenuti correlati o recenti

PS5 starebbe pesantemente surclassando Xbox Series X nei pre-order in Nord Europa

La console di Sony batterebbe quella di Microsoft con un rapporto di 10 a 1.

PlayStation Plus: annunciati i titoli gratis di giugno

E le previsioni ci avevano azzeccato.

Mortal Kombat 11: Aftermath - recensione

NetherRealm raddoppia e fa Black Jack alla prima espansione.

Assassin's Creed Valhalla avrà un sistema di progressione diverso per evitare il grinding selvaggio

Il creative director, Ashraf Ismail, promette una piccola rivoluzione.

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza