Licenziamenti nello staff di The Elder Scrolls Online

Il gioco sembra non avere il successo sperato.

The Elder Scrolls Online, il MMORPG ambientato nelle terre della serie di RPG ideata da Bethesda, sembra faccia fatica ad ottenere il successo sperato.

Lo suggerisce l'annuncio di una serie di licenziamenti nello staff, che coinvolge il personale del servizio clienti e parte degli sviluppatori, assunti per aiutare il lancio del gioco e che ora, sei mesi dopo, non sono più necessari.

Il sito Blue's News, però, dichiara di essere entrato in contatto con uno degli sviluppatori licenziati, che preferisce rimanere anonimo, il quale rivela che circa una ventina degli sviluppatori licenziati non si trovavano lì solo per il lancio del gioco, ma erano sviluppatori a tempo pieno che hanno lavorato su The Elder Scrolls Online negli ultimi due anni.

La stessa fonte anonima ritiene che Zenimax non stia guadagnando quanto previsto dal MMORPG e stia tagliando i costi risparmiando sul personale.

Nelle dichiarazioni ufficiali, però, l'azienda si dichiara fortemente impegnata sul gioco e afferma che continuerà ad investire per realizzare nuovi contenuti e per preparare il lancio su console.

Vai ai commenti (15)

Riguardo l'autore

Elio Cossu

Elio Cossu

Redattore

Morso da un C64 radioattivo in tenera età, si trasforma lentamente in un videogiocatore accanito e nerd di un certo livello. Lo si trova spesso a frugare tra i giochi indie alla ricerca di qualche perla nascosta.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (15)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza