CD Projekt RED: "non vogliamo commettere l'errore di pubblicare un titolo pieno di bug"

Adam Kiciński commenta il rinvio di The Witcher 3: Wild Hunt.

L'annuncio di un ulteriore rinvio per quanto riguarda l'uscita di The Witcher 3: Wild Hunt è stato accolto dai fan con un misto di preoccupazione, delusione e comprensione. Adam Kiciński è tornato a parlare della decisione presa e delle motivazioni di CD Projekt RED.

"I giocatori hanno preso la nostra decisione piuttosto bene. Il mercato ha paura di giochi ottimizzati male sulle piattaforme next-gen. Vogliamo evitare che si diffonda l'idea che The Witcher 3 non esiste. Sarà molto vicino alla versione finale entro la fine dell'anno.

"Ci sono, però, molti piccoli errori causati dalle dimensioni del gioco. Questa è l'unica motivazione per il rinvio. The Witcher 3 è più grande dei primi due capitoli messi insieme ed è un titolo open world non lineare. Sappiamo cosa dobbiamo fare, dobbiamo semplicemente farlo. Non vogliamo pubblicare un gioco pieno di bug che intaccano il gameplay".

Cosa pensate delle dichiarazioni di Kiciński? Siete d'accordo con la decisione di CD Projekt RED?

Grazie, Eurogamer.net

Vai ai commenti (19)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Cyberpunk 2077 non includerà alcuna fetch quest

Il senior quest designer Philip Weber parla della filosofia dello studio dietro la progettazione delle missioni secondarie.

The Witcher incontra gli anni '80 grazie allo splendido lavoro di un artista

Geralt come Jena Plissken in "1997: Fuga da New York".

Articoli correlati...

Cyberpunk 2077 non includerà alcuna fetch quest

Il senior quest designer Philip Weber parla della filosofia dello studio dietro la progettazione delle missioni secondarie.

In Cyberpunk 2077 i genitali saranno determinati dal tipo di corpo scelto

E gli altri personaggi si rivolgeranno a V chiamandolo per nome.

In Cyberpunk 2077 affronteremo 4 diverse tipologie di quest, ecco i dettagli

Ce ne parla il senior quest designer, Philipp Weber.

ArticoloGamescom 2019: Wasteland 3 - prova

Nel nevoso Colorado post-apocalittico di inXile Entertainment.

Commenti (19)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza