Aggiornamento ore 9.40 del 28/12/14

Sony ha annunciato che è nuovamente possibile accedere al PlayStation Network e ha ringraziato, sul blog ufficiale americano, gli utenti per il supporto e la pazienza.

Leggendo i commenti, però, sono ancora parecchi gli utenti che non riescono ad accedere ai servizi online di Sony, che apparentemente stanno tornando operativi gradualmente.

Voi continuate ad avere problemi?

Aggiornamento ore 23.45 del 27/12/14:

Dopo le rassicurazioni disattese di oggi, il PlayStation Network è purtroppo irraggiungibile per la maggior parte dei giocatori. E la domanda sorge spontanea: Sony ha una soluzione immediata al problema?

Le sue comunicazioni, infatti, sono tutte uguali, con "stiamo lavorando alacremente" e "i nostri ingegneri stanno investigando" tra le più gettonate. Purtroppo, però, alla prova dei fatti il risultato non cambia.

A preoccupare, inoltre, è il fatto che le parti finora coinvolte tacciano, lasciando intuire che ai disservizi di queste ore non corrispondano nuovi attacchi da parte dei 'cracker'. Al punto che uno degli account Twitter dei Lizard Squad finge quasi disinteresse verso la questione.

Come al solito, vi terremo aggiornati nelle prossime ore, nella speranza che il problema giunga al più presto a una soluzione.

Aggiornamento ore 20.20 del 27/12/14:

Stando a quanto riporta downdetector.com, molti utenti non sarebbero ancora in grado di accedere al PSN.

Sony è consapevole del problema e i suoi ingegneri sarebbero al lavoro per scoprire le cause del malfunzionamento dei server.

Aggiornamento ore 11.17 del 27/12/14:

il PlayStation Network sta effettivamente tornando in attività.

Da una nostra verifica diretta su PS4, infatti, è stato possibile notare come sia il test di connettività che il PlayStation Store abbiano dato esito positivo.

Va notato anche che il ritorno alla normalità sembra estremamente graduale, con qualcuno già in grado di accedere regolarmente alle funzionalità del PSN e qualcun altro (come il nostro Stefano Silvestri, che vorrebbe essere alle prese con Destiny) ancora no.

Aggiornamento ore 10.33 del 27/12/14:

Mentre Lizard Squad si prende gioco di Sony, mostrando come stesse ipoteticamente brancolando nel buio tentando di risolvere i problemi ai server, la società nipponica fa sapere tramite Twitter che i servizi del PlayStation Network stanno gradualmente tornando online.

Aggiornamento ore 01.26 del 27/12/14:

La questione si complica. Un altro account dei Lizard Squad nega che l'ormai celebre gruppo di hacker sia dietro gli attacchi delle ultime ore. Il tweet che vi riportiamo qui sotto lascia infatti intuire che l'accordo raggiunto con Kim Dotcom sia tuttora valido. E dunque a chi credere, all'account @LizardMafia o a @FUCKCRUCIFIX?

Aggiornamento ore 00.44 del 27/12/14:

I Lizard Squad rivendicano orgogliosi i danni arrecati dai loro attacchi al PSN:

Al tempo stesso, commentano con un certo orgoglio il raggiungimento dei 200mila follower su Twitter. Che all'origine di tutto ci sia la ricerca della popolarità? Certo è che i The Finest avranno molto da lavorare in futuro per tener fede alla propria reputazione. Sempre che alla fine non si tratti di un 'menage à trois' con anche Kim Dotcom, da cui in questi giorni le tre parti hanno tratto beneficio in termini di visibilità, a scapito degli incolpevoli giocatori.

Aggiornamento ore 00.14 del 27/12/14:

I Lizard Squad hanno appena annunciato di aver sospeso i loro attacchi al PSN e al Live. Prima di festeggiare, però, è meglio tenere a mente che in questi giorni gli hacker hanno più volte cambiato orientamento. Che Kim Dotcom abbia aumentato il numero di voucher elargiti?

Aggiornamento ore 21:35 del 26/12/14: Il PlayStation Network risulta ancora offline, dopo l'aggiornamento dell'account Twitter PlayStationSupportUK che lasciava presagire un ritorno alla normalità per le nostre ore 21:00.

Le fonti ufficiali parlano ancora di indagini in corso, quindi potrebbe volerci più tempo del previsto.

Aggiornamento ore 20:47 del 26/12/14: Come riporta VG247.it, un account di PlayStation UK registrato presso gli uffici del supporto hardware di Leeds (update: poi rivelatosi falso) ha fatto sapere che il PlayStation Network dovrebbe tornare attivo in "gran parte dei paesi intorno al mondo" per le nostre ore 21:00.

Il tweet di seguito, inoltre, parla di omaggi per tutti coloro affetti dal downtime di tre giorni (Vigilia, Natale e oggi, Santo Stefano) una volta che il PSN tornerà in attività.

News originale: Dopo i duri attacchi DDoS, Xbox Live è tornato a funzionare.

Diverse le piste che potrebbero aver condotto al ripristino del servizio: The Finest, la squadra di hacker affiliata ad Anonymous che da qualche tempo si sta battendo per la "pace" sui network di gaming, ha rivendicato il proprio intervento in favore di PSN e Xbox Live su Twitter così:

Un dettaglio interessante:

Secondo Lizard Squad, che pure ha ammesso di dover sparire per qualche tempo, il ritorno alla normalità dei due network è dovuto non all'intervento di qualche beniamino dei videogiocatori ma di Kim Dotcom.

Il fondatore del compianto MegaUpload avrebbe infatti donato dei voucher a Lizard Squad per far sì che gli hacker smettessero di attaccare i server di Xbox Live e PSN:

Da nostre prove dirette di connessione, tuttavia, il PlayStation Network risulta ancora non funzionante.

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.