Durante la GDC 2015, Khronos Group ha annunciato che le nuove librerie OpenGL si chiameranno Vulkan e si preparano a sfidare le DirectX 12 di Microsoft.

Si tratta API di basso livello in grado di sfruttare pienamente le caratteristiche dell'hardware, al fine di offrire maggiori prestazioni e funzionalità avanzate. Vulkan è una API grafica cross-platform aperta e intende offrire in un'unica soluzione ciò che fino ad oggi era disponibile separatamente con le OpenGL e le OpenGL ES.

1

Khronos Group ha aggiunto che le API sono ancora in via di sviluppo e verranno diffusi nuovi dettagli entro la fine del 2015, ma è già noto che saranno compatibili con ogni piattaforma che supporta le OpenGL ES 3.1 e successive.

I programmatori che lavoreranno con le Direct X12 e Mantle saranno subito in grado di utilizzare Vulkan, poiché tali librerie si comporteranno in modo simile. Saranno inoltre forniti i migliori strumenti di sviluppo che consentiranno di effettuare un debugging approfondito.

4

AMD ha infatti dato il suo contributo per la creazione di Vulkan, offrendo la possibilità di usare Mantle per velocizzarne lo sviluppo.

GLSL sarà il linguaggio di shading di partenza di Vulkan, ma c'è l'intenzione di aggiungere successivamente altri linguaggi come C++. Inoltre, gli shader saranno compilati dagli sviluppatori in un bytecode che ha origine da LLVM (SPIR-V). Ciò consentirà ai programmatori di utilizzare più linguaggi.

6

Neil Trevett, presidente del Khronos Group (e vicepresidente di Nvidia), ha dichiarato che "eseguire il porting tra Vulkan e DirectX 12 non dovrebbe essere troppo difficile. Il porting da DirectX 12 a Vulkan sarà più semplice del porting da DirectX 12 a OpenGL".

Fonte: AnandTech

2
3
5

Riguardo l'autore

Massimiliano Conteddu

Massimiliano Conteddu

Redattore

Nato nel 1981, si è fatto le ossa su un Amstrad CPC 464 per poi scoprire tutta la bellezza degli 8-bit con un possente SEGA Master System. Adoratore di Shigeru Miyamoto e delle sue creature, ama scrivere, leggere e ascoltare storie, soprattutto sul divano col joypad in mano.

Altri articoli da Massimiliano Conteddu

Commenti (9)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

Il gioco più venduto in Giappone nel 2018 è stato Monster Hunter World

Stilata una Top 10 dei titoli più venduti in territorio giapponese lo scorso anno.

Il Fortnite Live festival di Norwich è stato un completo disastro

Un evento non all'altezza delle aspettative.

Il primo DLC per Jump Force sarà disponibile da maggio

Bandai Namco seguirà lo stesso modello di Dragon Ball FighterZ?

le ultime

Il gioco più venduto in Giappone nel 2018 è stato Monster Hunter World

Stilata una Top 10 dei titoli più venduti in territorio giapponese lo scorso anno.

Il Fortnite Live festival di Norwich è stato un completo disastro

Un evento non all'altezza delle aspettative.

Il primo DLC per Jump Force sarà disponibile da maggio

Bandai Namco seguirà lo stesso modello di Dragon Ball FighterZ?

Pubblicità