Yoan Fanise, il director di Valiant Hearts: The Great War ha deciso di lasciare Ubisoft dopo quattordici anni di lavoro.

Yoan è stato molto dispiaciuto ed ha speso buone parole riguardo il suo vecchio team: "Sono fiero di aver fatto parte di uno dei team più creativi dell'industria videoludica. Ho avuto la fortuna di poter sviluppare titoli dalla diversa tipologia e dimensione, e penso che la varietà dei titoli Ubisoft e delle persone che vi lavorano sia il punto di forza dell'azienda."

Parlando della sua ultima creazione ha affermato che "anche se dal punto di vista commerciale il gioco è stato un successo, si tratta alla fine di una magra consolazione se confrontato ad i vari AAA."

Adesso, nonostante le numerose proposte che ha ricevuto, ha dichiarato che probabilmente si dedicherà al mercato degli Indie game, abbandonando definitivamente lo sviluppo e le produzioni milionarie.

Vi ricordiamo che l'avventura grafica Valiant Hearts: The Great War (di cui potete leggere la nostra recensione) è uscita lo scorso 25 giugno ed è disponibile per PS4, PS3, Xbox One, Xbox 360, PC e dispositivi mobile.

1

Fonte: Gamasutra

Riguardo l'autore

Tommaso Stio

Tommaso Stio

Redattore

Scopre il mondo dei videogiochi grazie a Nintendo e, da quel momento, non lo abbandona più. Particolarmente legato a Super Mario e Crash, continua negli anni a videogiocare, muovendosi senza meta, tra grandi produzioni e caratteristici titoli indie.

Altri articoli da Tommaso Stio

Commenti (1)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

Valiant Hearts: The Great War, la guerra è anche tascabile - review

L'orrore della Grande Guerra in versione tablet

A cinque anni dall'annuncio il thriller psicologico Draugen riceve un nuovo trailer

Si tratta del gioco degli sviluppatori di Dreamfall Chapters, Red Thread Games.