EA e Star Wars Battlefront colpiti da cybersquatting

Alcuni utenti attaccano Electronic Arts.

Forse non tutti conoscono il termine cybersquatting ed è quindi doverosa una piccola introduzione. Come recita la sempre utile Wikipedia: "il cybersquatting, così come la locuzione domain grabbing e domain squatting, indica l'attività illegale di chi si appropria di nomi di domino corrispondenti a marchi commerciali altrui a fini di lucro."

Ora che abbiamo sbrigato le formalità riguardanti il significato stesso di cybersquatting occupiamoci della notizia segnalata dal titolo. EA e in particolare il brand di Star Wars Battlefront, come segnalato da Eurogamer.net, sono stati vittima di cybersquatting.

Un anonimo utente di 4chan ha, infatti acquistato i domini eastarwars.com e eastarwarsbattlefront.com. Il sito ufficiale utilizzato per Battlefront al momento è starwars.ea.com anche se il profilo Twitter ufficiale è EAStarWars, esattamente come il dominio acquistato dall'anonimo utente.

Dirigendosi su EAStarWars.com è possibile dare un'occhiata ad un'infografica che mostra tutte le feature presenti in Star Wars Battlefront 2 e assenti nel nuovo capitolo e al fondo della pagina ad una sorta di memoriale che ricorda tutte le software house "uccise" da EA. Il tutto accompagnato dalla canzone "Come, Sweet Death".

Cosa pensate di questo particolare attacco nei confronti di EA?

1

Vai ai commenti (17)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darÓ ragione.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (17)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza