Harvey Smith, creative director di Dishonored 2, ha dichiarato che l'idea alla base del prossimo titolo della serie sarÓ la stessa del capitolo precedente: "Un gioco su un assassino, in cui non Ŕ necessario che tu uccida qualcuno".

"Dishonored Ŕ stato un miscuglio pasticciato. Volevamo creare un gioco immersivo in prima persona, ambientato in un mondo fantastico con alcune caratteristiche stealth. Era un omaggio ai giochi che avevamo creato prima o amato, ma a metÓ strada avevamo appena capito di cosa si trattasse".

Anche dopo questi problemi, Dishonored si Ŕ dimostrato un ottimo primo capitolo e ora gli sviluppatori di Arkane Studios sono finalmente liberi di mostrare al mondo la propria visione a tutto tondo con Dishonored 2.

"La mappa, il calendario, la religione, la cultura. Conoscere queste cose sembra un punto di partenza molto buono per il nuovo progetto. Oltre a questo stavamo pensando: bene, i nostri duelli potrebbero essere un po' pi¨ profondi, il nostro stealth potrebbe essere pi¨ affidabile grazie a feedback migliori e la nostra interfaccia utente Ŕ stata buttata all'ultimo minuto. Ad ogni livello c'era qualcosa che aumentava l'intensitÓ o la estendeva o su cui pensare pi¨ a lungo".

Dinshonored 2 Ŕ atteso nel primo semestre del 2016 su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Pier Giorgio Liprino

Pier Giorgio Liprino

Redattore

Per far felice Pier Giorgio basta parlargli di politica, scienza e videogiochi. A questi ultimi s'Ŕ avvicinato da bambino giocando ad Age of Empires 2 e da allora Ŕ rimasto un appassionato PC gamer, con uno sguardo attento alle console.