Uncharted: The Nathan Drake Collection - prova

Lavori in corso.  

Non abbiamo ancora smaltito la parziale delusione per la rimasterizzazione di God of War 3 per PlayStation 4 (correte a leggere la nostra recensione di God of War 3 Remastered!), che siamo di nuovo qui per parlarvi di giochi vecchi.

In questo caso si parla della trilogia di Uncharted, che tornerà sull'attuale ammiraglia Sony nell'ormai consueta versione a 1080p e 60fps, forte delle ottime vendite registrate da altre operazioni simili effettuate nei mesi scorsi.

Nel caso di Uncharted, però, i giocatori che non hanno mai avuto a che fare con la serie potranno effettivamente godere dell'intera trilogia uscita su PlayStation 3, dettaglio che farà felici tutti coloro che sono passati da una Xbox 360 a una PlayStation 4 nuova fiammante o che, più semplicemente, non hanno mai avuto una PlayStation 3.

La prova che abbiamo condotto presso gli uffici di Sony è stata corta, troppo corta per poter fare considerazioni approfondite. In sostanza ci è stata data l'opportunità di affrontare parte della missione Warzone di Uncharted 2, quella in cui Nathan viene inseguito da un elicottero da guerra mentre salta da un palazzo all'altro.

Uncharted Nathan Drake Collection 1
La demo iniziava vicino alla piscina sul tetto di uno degli edifici dell'ambientazione. E da qui, partiva il divertimento.

Se avete giocato ad Uncharted 2 non avrete dimenticato quel passaggio, già all'epoca carico di adrenalina e caratterizzato da alcune scelte stilistiche e di regia a dir poco splendide. Se fate parte della fetta di pubblico a cui questa raccolta è indirizzata, invece, sappiate che stiamo parlando di una sequenza epica che saprà tenervi con il fiato sospeso la prima volta che la affronterete.

Non potendoci dilungare su elementi particolari, vista la brevità del test, vi riportiamo le impressioni che abbiamo avuto dalla toccata e fuga con questa versione HD di Uncharted (il secondo, in questo caso).

La pulizia d'immagine è già ora piuttosto alta, e il panorama che si riesce a vedere dalla vetta dei palazzi è incredibile. Se su PlayStation 3 eravate rimasti senza parole di fronte alla bellezza di alcuni scorci, con questa remastered l'impatto sarà certamente migliore.

Campo visivo molto ampio, colori brillanti e fluidità nei movimenti della telecamera renderanno i tre Uncharted inseriti nella raccolta ancor più spettacolari, complice l'ottimo lavoro artistico fatto a monte da Naughty Dog.

Uncharted Nathan Drake Collection 2
Anche dal vivo, il panorama vantava questo livello di dettaglio. Non è un'immagine ritoccata!

Naturalmente stiamo ancora parlando di un gioco appartenente all'era PlayStation 3, e una semplice remastered non potrà fare molto per arginare problemi legati alle capacità di calcolo del vecchio hardware.

Alcune animazioni, per esempio, lasciano ancora a desiderare, e in 10 minuti abbiamo assistito a diverse compenetrazioni. Problemi che, nel contesto della generazione PlayStation 3, potevano esser perdonati a fronte di un lavoro di qualità eccellente, ma su PlayStation 4, con una pulizia d'immagine invidiabile, sono dettagli che saltano all'occhio.

Nonostante la gran quantità di elementi su schermo e la complessità di ciò che accadeva durante la fuga di Drake, con relative sparatorie e scazzottate, il frame rate è sempre rimasto solido come una roccia, elemento che lascia ben sperare per la qualità del lavoro in via di svolgimento presso gli studi di Bluepoint Games.

La versione da noi testata non permetteva di valutare in modo adeguato l'entità del lavoro sull'illuminazione (uno degli elementi che dovrebbero trarre vantaggio dall'operazione, a detta di Sony), ma possiamo confermare la bontà delle texture e la freschezza generale del comparto visivo.

Uncharted Nathan Drake Collection 3
I miglioramenti visivi sono già adesso moltissimi, ma alcune delle vecchie animazioni iniziano a sentire il peso degli anni.

L'unico commento che ci sentiamo di fare sull'illuminazione riguarda l'assenza di fonti di luce dinamiche, almeno nei dieci minuti da noi testati. Se gli sviluppatori dovessero riuscire a inserire l'illuminazione dinamica all'interno dei tre Uncharted, la resa delle ambientazioni diventerebbe davvero incredibile, quindi non possiamo fare altro che augurarci che i ragazzi di Bluepoint Games svolgano bene i compiti a casa.

Purtroppo la nostra prova non ci ha lasciato abbastanza elementi per spingerci oltre con le considerazioni. Tutto quello che possiamo fare è ricordarvi che Uncharted: The Nathan Drake Collection raggrupperà le tre avventure di Nathan uscite su PlayStation 3, tagliando però il multiplayer di Uncharted 2 e Uncharted 3.

Vai ai commenti (25)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Una serie Netflix di God of War? Ecco il sogno di Cory Barlog

Per ora rimane solo una "speranza" per il celebre director.

Kingdom Hearts III - Re: Mind - recensione

Un nuovo punto di vista sulla saga del Dark Seeker.

System Shock in azione in un lungo video gameplay tratto dalla demo pre-alpha

Uno sguardo approfondito all'atteso gioco di Nightdive Studios.

GTA 6 uscirà a fine 2021?

Sarebbe 'il miglior scenario' per la data di uscita, secondo un ex dipendente di Rockstar.

Journey to the Savage Planet - recensione

Uno stralunato viaggio nello spazio che strizza l'occhio a Futurama.

Commenti (25)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza