Valve: non ci sono piani per un International di Counter Strike

Niente campionati mondiali per lo sparatutto online.

Valve ha confermato la sua volontà di non organizzare un torneo International per Counter Strike: Global Offensive.

Il torneo International 5 di Dota 2 si è concluso questo weekend riscuotendo un grande successo, con milioni di spettatori in streaming ed un premio di 6,6 milioni di dollari vinto dal team Evil Geniuses.

Erik Johnson di Valve ha comunque affermato in un'intervista (grazie, MCV), nonostante il successo dell'International di Dota 2: "ci sentiamo a notro agio nell'avere diversi progetti che adottano diverse soluzioni a problemi simili. Se, come azienda, puntiamo tutto sulla stessa direzione, saremmo scoperti in caso qualcosa andasse storto".

"In un certo senso, è meglio differenziare alcune decisioni tra vari progetti perché così è più facile trovare la soluzione adeguata", ha aggiunto Johnson, che ha inoltre accennato alla possibilità di un passaggio al motore Source 2 per Counter Strike: Global Offensive, così come avvenuto per Dota 2.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Alex Franchini

Alex Franchini

Redattore

La sua passione per i videogiochi e la musica risale all'infanzia. PCista ma non di parte, approfitta di ogni occasione per fare paragoni con Dark Souls. Lo si pu˛ occasionalmente trovare alla guida di auto da corsa virtuali con risultati imbarazzanti.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza